Posizionamento

Cos’è il posizionamento sul mercato e perché è così importante per aumentare il proprio business

Il mercato è in continua evoluzione e per le aziende è sempre più difficile riuscire ad ottenere un vantaggio competitivo nei confronti dei propri competitor. In un’ottica prettamente di marketing, per avere una Value Proposition è necessario che il brand o il prodotto in questione goda di un buon posizionamento sul mercato. Il posizionamento marketing altro non è che la collocazione del marchio/prodotto all’interno della mente del cliente, ed è grazie a questo punto strategico che il marchio assume valore e importanza sul mercato.

Avvalersi di un posizionamento strategico esempio al momento del processo di acquisto da parte del cliente è senz’altro un vantaggio in termini di aumento del fatturato, in quanto al momento di compiere l’azione di acquisto il soggetto sceglierà chiaramente il brand che all’interno del suo cervello ha una posizione favorevole rispetto ad un altro marchio a lui conosciuto.

Quanto appena affermato dovrebbe far comprendere come il posizionamento significato non possa essere certamente un fattore da trascurare per tutte le attività che vogliono allontanarsi dalla concorrenza e aumentare il proprio gap differenziale.

 

Come riuscire ad ottenere un buon posizionamento azienda nella mente dei clienti

 

Il brand che desidera aver successo in termini di fama, valore e ricavi, deve al giorno d’oggi suscitare interesse e curiosità nel futuro acquirente. Non basta catturare semplicemente l’attenzione, ma è fondamentale creare delle sensazioni ed impressioni ottime per spingere il cliente ad optare per il suddetto marchio piuttosto che per un altro, e godere così di un posizionamento strategico aziendale significativo a discapito degli altri. Questo rapporto di fiducia tra brand e cliente deve essere duraturo: il soggetto è spinto all’acquisto di un determinato prodotto quando ha la percezione che l’offerta del suddetto sia maggiore rispetto al vantaggio dato dal competitor. É bene perciò che l’azienda che desidera ottenere un posizionamento di marca applichi tutte quelle strategie necessarie per il cosiddetto Brand Positioning. É fondamentale che il cliente abbia la percezione che il proprio bisogno possa venire appagato solo ed esclusivamente dall’acquisto di quel determinato prodotto e non da quello della concorrenza. L’azienda deve quindi pianificare ed applicare tutte le strategie di posizionamento che garantiscono un posizionamento strategico, esempio: l’innovazione e la qualità, sono elementi per il quale il cliente può essere spinto nella scelta di un marchio piuttosto che un altro. Il soggetto deve in qualunque modo essere persuaso dalla certezza che quel desiderio e/o bisogno possa essere soddisfatto solo esclusivamente dall’acquisto di quel determinato marchio/prodotto.

La strategia di brand positioning è indirizzata chiaramente a posizionare il marchio nella mente degli acquirenti ad un livello superiore rispetto ai competitor. Il posizionamento marketing ad esempio avviene quando il potenziale cliente al momento della manifestazione di un specifico bisogno è richiamato istantaneamente dalla necessità di un determinato prodotto/brand, e dalla convinzione che tale marchio sia l’unico ad appagare il bisogno e risolvere un determinato problema. Qualora ciò non accada è chiaro come non vi sia certezza dell’acquisto del suddetto.
L’immagine del marchio deve in tutto e per tutto rispecchiare i valori aziendali e quest’ultimi devono essere trasferiti nel pensiero degli attuali e futuri clienti.

 

Grazie alla mappa di posizionamento il brand può capire la percezione dei clienti

 

Il posizionamento marketing esempio non riguarda solo ed esclusivamente i nuovi marchi che si affacciano sul mercato per la prima volta. Il mercato si sa è in continua evoluzione per cui è necessario che tutti i brand in maniera programmata si pongano la domanda della loro posizione sulla mappa di posizionamento.
La mappa di posizionamento altro non è che una rappresentazione grafica nel quale vengono inseriti tutte le marche che hanno lo stesso target di riferimento o hanno lo stesso segmento, per vedere il loro positioning. É uno strumento che fa comprendere esattamente la posizione del brand all’interno della mente dei clienti, in rapporto ai competitor. La mappa perciò è utile per poter conoscere i punti di forza e di debolezza del prodotto e pianificare così delle strategie efficaci fondamentali per posizionarsi/riposizionarsi sul mercato. Come evidenziato in precedenza l’importanza di essere nei pensieri degli acquirenti non è solo un discorso che deve affrontare il marchio emergente, anzi. Succede tante volte che dopo un periodo di ascesa arrivi un momento di “maturità” seguito subito dopo da una fase di declino del prodotto. In questo caso è vitale riprogrammare nuove strategie in funzione degli obiettivi e ritrovare un nuovo strategico posizionamento sinonimo di consenso sul mercato.

Strategie posizionamento

Il brand per avere un posizionamento strategico deve chiaramente possedere degli elementi differenziali rispetto alla concorrenza. Strategicamente sono elementi che consentono di entrare nella mente delle persone. I requisiti essenzialmente che il marchio/bene deve avere per godere di un posizionamento marketing di successo sono solo 7:

      • essere coerenti con il target di riferimento. Il brand identity è la chiave per il successo: gli elementi identificativi del marchio devono essere forti e riconoscibili.
      • la comunicazione tra marchio e utenti dev’essere chiara e di impatto. Esprimere in maniera diretta le caratteristiche del prodotto e dei suoi benefici è un ottimo modo per creare delle aspettative positive.

 

      • offrire un prodotto/servizio sul mercato quanto più possibile unico nel suo genere. L’innovazione e la qualità percepita dal cliente sono elementi essenziali per spostare l’attenzione degli utenti a discapito dei rivali.
      • essere l’oggetto del desiderio delle persone, facendo credere al cliente che solo il suddetto brand sia in grado di appagare quel determinato bisogno.
      • soddisfare le esigenze dei clienti, dimostrando in maniera reale come tale brand rispecchi in tutto e per tutto le esigenze del target di riferimento
      • essere riconoscibili rispetto a quanto offerto dalla concorrenza;
      • la comunicazione dell’azienda deve suscitare empatia tra il cliente e il prodotto offerto.

Coerenza, Identità, Riconoscibilità sono solo alcuni degli elementi da non sottovalutare per il brand positioning e per l’incremento del valore percepito dai clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *