Tester profumi online per uomo e donna

Tester profumi, sono campioni di profumi che vengono distribuiti senza confezione ma solo la boccetta del profumo. Ciò significa che i tester dei profumi che si possono facilmente reperire online, si differenziano dai profumi solo per una questione di package, ma le boccette contengono le fragranze originali.

Tester profumi sono falsi?

I tester profumi sono originali in quanto le maison che producono profumi scelgono di realizzare le loro fragranze in versione standard e in versione tester.

I profumi nei formati standard, vengono inviate alle profumerie per la classica vendita al pubblico, mentre i profumi denominati tester, sono spediti alle profumerie per far provare prima dell’acquisto ai clienti, le famiglie olfattive più piacevoli.

In pratica, i profumi tester non sono campioncini che hanno una minor durata e quantità di prodotto, ma che sono identici agli originali come quantità, fragranza, concentrazione e boccetta.

Differenza tra tester e profumo classico

Ciò che cambia è la confezione esterna, che nei classici profumi viene curata nei minimi dettagli per rendere un profumo oltre che un oggetto del desiderio, anche un regalo prezioso.

Acquistare i tester profumi nel nostro store online, può essere la scelta giusta per comprare un profumo costoso ad un prezzo più basso.

E usarlo ad esempio come profumo da viaggio, o per usarlo in occasioni speciali dove si potrà inebriare con profumi pregiati la persona che si vuol conquistare.

Articolo offerto gratuitamente da: https://testerprofumionline.com/

Casa elementi costruttivi ambienti e arredo

La casa è una struttura abitativa che implementa una serie di competenze affinché possa essere realizzata, anzitutto vi è la parte ingegneristica che ha il compito di progettare la struttura portante e prevede tutti i sistemi di sicurezza in ottemperanza alla normativa in tema antisismica.

Successivamente c’è da considerare la suddivisione degli spazi interni dalla quale dipenderanno gli impianti idraulici ed elettrici ed infine si passa alla parte dedicata a rivestimenti e arredamenti. Di seguito e nel dettaglio le componenti di una casa con ogni specifica.

Elementi costruttivi della casa

Gli elementi costruttivi riguardano tutto ciò che viene dopo le fondamenta e il telaio di una casa

Solaio

Il solaio è il coperchio, divide un piano dall’altro e può essere strutturato in diversi modi:

solaio latero-cementizio: è la tecnica più diffusa ed unisce alla solidità del calcestruzzo elementi di alleggerimento come il laterizio;

solaio in legno: è tra le tecniche più antiche e naturali per la realizzazione di un solaio e dona un dettaglio elegante;

solaio in ferro: questa soluzione è l’evoluzione del solaio in legno perché realizzato con travi portanti in acciaio.

Il tetto delle abitazioni poi può essere sia spiovente che piano. Nel primo caso avremo generalmente un rivestimento esterno in tegola e viene utilizzato nei Paesi dove le precipitazioni nevose sono frequenti e importanti. Con la soluzione del tetto spiovente è impossibile poi elevarsi successivamente di un piano.

Il solaio a terrazza invece, viene utilizzato per dividere i diversi piani di un palazzo o di un condominio ma può essere utilizzato anche come terminale di una casa.

Tramezzi

I tramezzi sono i muri divisori di una casa e separano i vari ambienti e le stanze. Questo elemento architettonico è costruito con elementi leggeri come tufo, porfido o cartongesso ma esistono anche altre soluzioni molto valide. È importante che la struttura muraria sia leggera, soprattutto se si tratta di una casa posta ad un piano superiore perché il peso grava come un coltello sul solaio. Il discorso invece è diverso per i muri portanti o di contenimento che isolano l’abitazione dalle temperature esterne e danno solidità alla struttura. Nelle opere murarie passa buona parte dell’impianto elettrico e alcune porzioni di quello idraulico.

Intonaci e rivestimenti murari

I tramezzi e i muri perimetrali vengono intonacati, stuccati, pitturati o rivestiti. L’intonaco rende la muratura liscia e copre i vari fori e canali interni che hanno consentito il passaggio degli impianti. Esistono numerosi tipi di intonaci che generalmente sono plastici, antimuffa e traspiranti proprio per evitare l’insorgenza di muffe e macchie nere. L’intonaco è la base per la pitturazione che può avere diverse colorazioni e nuance.

Esistono poi degli stucchi decorativi particolari che sono praticamente eterni e sostituiscono pitturazione e rivestimenti. Sono un tipo di rivestimento murario pregiato e costoso che richiede una manodopera specializzata.

Alcuni tramezzi di una casa hanno, invece, la necessità di essere rivestiti di mattoni in pietra o piastrelle. Sicuramente in bagno e in cucina questa soluzione è indispensabile per proteggere il muro dai costanti schizzi d’acqua e dai vapori che inevitabilmente si creano. Questa alternativa è adottata spesso come elemento decorativo su alcuni muri della zona giorno per mettere in risalto degli angoli particolari come il camino o il mobile tv, o in camera da letto per valorizzare la testiera del letto.

Porte

Un altro elemento importante di una casa sono le porte interne. Hanno la duplice funzione di permettere il passaggio da una stanza all’altra mantenendo la giusta privacy e sono elemento decorativo e di arredo. Possono essere in legno, in laminato, in vetro, in metallo o in elementi combinati a seconda dello spazio da separare e dallo stile che si vuole dare all’abitazione.

Esistono delle porte che devono rispettare una determinata normativa come la porta tagliafuoco che separa il box auto/garage dalla casa, mentre le porte interne che separano le varie stanze sono a completa scelta stilistica del committente.

Infissi e serramenti

Infissi e serramenti non sono solo elementi decorativi ma hanno una grande funzionalità. Finestre, persiane e avvolgibili infatti, difendono la casa dalle intemperie e dalle temperature esterne donando comfort all’ambiente interno, sono infatti uno degli elementi in esame nella classificazione energetica di un’abitazione.

Il portone d’ingresso può essere di diverso tipo a seconda che si tratti di un condominio o di una casa indipendente. Nel condominio il portone esterno non è esposto agli agenti atmosferici ma deve essere comunque sicuro e blindato. Se si tratta di un portone di una villetta indipendente, dovrà essere fatto in materiale resistente al caldo, al freddo e all’acqua e, anche in questo caso, deve essere a prova di ladro. Questo elemento strutturale solitamente è in metallo, raramente si vedono portoni in legno proprio per la sua natura fragile rispetto a questa funzione. Spesso sui portoni vengono inseriti degli inserti in vetro per dare luminosità ad ingressi un po’ bui ma anche questo elemento deve essere o rinforzato da un’anima in ferro o a prova di scasso.

Importante è anche la serranda o il portone del garage qualora la casa ne fosse provvista. Esistono i portoni a rullo, a ribalta e sono quasi sempre abbinate ad un sistema di apertura elettrico con comando a distanza.

Spazi abitativi della casa

Gli spazi abitativi di una casa sono in numero variabile a seconda della metratura da impegnare e dalle esigenze di chi vi abita, ma hanno degli standard imprescindibili che sono in alcuni casi normati.

Ingresso e zona living

È l’ambiente di casa al quale si accede appena varcato il portone d’ingresso. In passato l’ingresso era una vera e propria stanza filtro che separava dalla vista della zona giorno. Quest’ambiente nelle abitazioni di recente costruzione è stato inglobato nella zona giorno che è, appunto, l’ambiente più vissuto.

Solitamente in questa stanza troviamo un mobile d’ingresso con specchio per cappotti e sciarpe e, nella zona living divano con parete attrezzata per la tv. A volte in quest’area possiamo anche trovare un secondo tavolo da pranzo a seconda di come si è strutturato il tinello e/o la cucina

Cucina e tinello

La cucina è diventata uno dei punti focali di ogni casa ed è il luogo dedicato alla preparazione di pranzi e cene, provvisto di varie dispense per utensili e alimenti utili alla preparazione di ogni ricetta. È anche la stanza dove troviamo il maggior numero di elettrodomestici quali frigorifero, forno, piano cottura, lavastoviglie, microonde oltre a tutti i piccoli quali frullatori, robot da cucina e altro.

Questa stanza negli anni ha assunto sempre più lo stile e il modello delle cucine americane.

Bagno

Il bagno è il luogo dove vi sono i servizi igienici necessari: lavabo, wc, bidet, doccia/vasca da bagno. Nelle case con metrature importanti i bagni possono essere anche più di uno a servizio della zona giorno e della zona notte, soprattutto se gli abitanti superano le tre unità. Qui resina e porcellana sono onnipresenti anche e, proprio dalla scelta dei rivestimenti di questa stanza, si può intuire il livello catastale di un’abitazione.

Lavanderia e ripostiglio

Anche nelle case con metrature ridotte si cerca di trovare un vano dove allocare lavanderia e ripostiglio, che possono essere ambiente unico o separato. La lavanderia è una mera stanza di servizio dove alloggiare lavatrice, asciugatrice, scope, detersivi e vari attrezzi utili per l’igiene della casa. L’arredamento interno quindi, se presente, sarà minimal e di scarso rilievo qualitativo.

Camera da letto

È il luogo della casa dedicato al relax e al risposo notturno. Il numero delle camere da letto in un’abitazione dipende dal numero degli abitanti e dalla metratura. In questa stanza troviamo il letto, matrimoniale o singolo, con i comodini, l’armadio e il comò dove riporre indumenti e accessori personali.

Elementi d’arredo

I mobili e i complementi d’arredo sono indispensabili per la funzionalità di ogni casa e donano stile e carattere. L’arredamento è diverso a seconda della stanza e può essere suddiviso in mobili da giorno e mobili da zona notte.

I mobili della zona giorno sono il divano, le pareti attrezzate, librerie e scrivanie, mobili tv e poltrone che arredano gli spazi della zona living e rendono funzionale ogni situazione vissuta in quell’ambiente.

Se ci spostiamo nella zona pranzo troveremo il tavolo con le sedie, la madia e le vetrine utili per contenere piatti, bicchieri e stoviglie di varia natura.

Nella zona cucina troviamo poi tutti gli elettrodomestici necessari come frigorifero, piano cottura, forno e lavastoviglie incorniciate in pensili componibili.

Tra i mobili della zona notte invece troviamo il letto, l’armadio, i comodini e la cassettiera, così come poltrone e cassepanche funzionali alla conservazione del corredo.

Di notevole importanza sono anche i complementi d’arredo di cui fanno parte i lampadari e i lumi funzionali all’illuminazione della casa. Anche vasi, sgabelli, e suppellettili varie rendono l’ambiente unico e gradevole dando stile e carattere alla casa.

Elementi d’arredo utili e diffusi in ogni ambiente della casa sono i tessili e la biancheria.

Imposte classificazione tasse dirette e indirette

In quest’articolo vi parleremo delle imposte che vengono applicate dal nostro Stato sui redditi. Le classificheremo in base alle loro caratteristiche per approfondire al meglio un argomento che ci interessa particolarmente.

Le imposte possono essere di vario tipo, ma principalmente vengono suddivise in dirette e indirette, con ciascuna di esse che si applica al contribuente con delle differenze.
Di seguito vi riportiamo la guida su questo argomento.

Classificazione tra contributi, tasse, tributi e imposte

E’ importante sapere che in Italia esistono diversi tipi di tributi, i quali possono essere suddivisi in:

contributi, che sono caratterizzati dal fatto che sono sia obbligatori come le imposte e che racchiudono la corrispettività stessa delle tasse. Con i contributi si prevede un pagamento di una quantità di denaro per finanziare un servizio pubblico che non gravi esclusivamente sul singolo cittadino;

imposte, che sono completamente obbligatorie e sono indipendenti dall’utilizzo per un servizio. Esse vengono applicate esclusivamente dall’azione di un cittadino che, ad esempio, aprendo una propria attività commerciale o impresa deve versare necessariamente un’imposta;

tasse; che corrispondono al pagamento di un servizio fornito o dallo Stato o dagli enti locali, come la tassa sui rifiuti.

Ma è molto importante esaminare i concetti di obbligatorietà e di coattività del pagamento economico da parte del cittadino, perché in base a questi principi si differenziano le varie imposte.

Come abbiamo detto precedentemente, le imposte si distinguono principalmente in dirette e indirette.

Le imposte dirette sono quelle che vanno a prelevare ricchezza sia nel momento in cui viene prodotta, ovvero con il reddito, sia con quella già prodotta precedentemente, ovvero il patrimonio che ognuno di noi matura. Per quanto riguarda le imposte indirette, il prelievo avviene nel momento in cui la ricchezza viene consumata o trasferita, quindi, ad esempio, nel momento in cui effettuiamo delle vendite o degli acquisti, siamo soggetti a queste imposte indirette.

Di seguito vi riportiamo quali sono le principali imposte dirette che vanno versate nello nostro Stato italiano.

L’IRPEF, che è acronimo di Imposta sul reddito delle persone fisiche, è un’imposta di tipo diretta e personale, che agisce sul reddito totale dei cittadini residenti in Italia che producono ricchezza in qualsiasi parte del mondo e dei cittadini non residenti in Italia che producono ricchezza nel nostro Paese.

L’IRPEF è l’imposta più importante del nostro Stato e comprende più di 40 milioni di contribuenti. Nacque con la riforma tributaria del 1973. Quest’imposta garantisce alle casse italiane ben 180 miliardi di euro l’anno.

E’ importante sottolineare che è un’ imposta progressiva, ovvero che la percentuale assorbita dal reddito varia in base alla proporzione del reddito stesso. Ad esempio, se un lavoratore possiede un reddito di 20000 euro, l’imposta che sarà applicata è del 17 per cento, mentre se il reddito fosse di 50000 euro, la percentuale si alzerebbe oltre il 30 per cento. Questo meccanismo deriva dall’applicazione delle aliquote su diverse fasce di reddito.

L’IRES, acronimo di Imposta sul reddito delle società, è un tipo di imposta proporzionale che si applica su soggetti giuridici, come le SpA, le Srl, le cooperative e gli enti.

L’IRES viene calcolata in base ad un’aliquota fissa al 24 per cento, che sostituisce la vecchia Irpeg dal 2008.

Sono tre gli elementi su cui si deve calcolare il pagamento dell’IRES per le aziende, ovvero: il tipo di attività svolta, la residenza del soggetto e la categoria del soggetto che paga l’imposta.

Il pagamento dell’IRES viene effettuato attraverso il modello di pagamento F24, che è reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

L’IRAP, acronimo di Imposta regionale sulle attività produttive, è un’imposta applicabile a livello regionale, proporzionale e preleva dalle ricchezze al momento della loro produzione.

Quindi il valore della produzione delle aziende viene tassato da questa imposta. Con valore della produzione si intende la differenza tra i costi e i ricavi che caratterizzano l’azienda, quindi il core business.

Dal primo gennaio del 2020 l’aliquota dell’IRAP è fissata al 3,9 per cento.

L’ISOS, acronimo di imposta sostitutiva sui redditi da capitale, viene applicata sul reddito generato da investimenti di capitale.

L’aliquota è fissa sul 26 per cento, senza contare, però, alcune eccezioni di alcune obbligazioni in titoli di stato in cui la percentuale si abbassa al 12,5 per cento.

Infine abbiamo l’IMU, che sta per Imposta municipale unica, che è una tassa che si applica per chi è in possesso di beni immobili.

L’aliquota è del 0,86 per cento, ma è variabile in quanto è modificabile dai comuni. E’ esente da questa tassa la prima abitazione. Inoltre è bene ricordare che esiste anche la TARI, ovvero la tassa sui rifiuti, pagati dai proprietari del bene immobile.

Quindi le imposte dirette si differenziano in imposte sul patrimonio, che ricavano dalla ricchezza del cittadino che già possiede e imposte sul reddito, che ricavano dalla ricchezza che il cittadino produce annualmente.

Ma vengono effettuate delle valutazioni anche in merito alla situazione economica familiari, infatti possiamo distinguere:

le imposte personali, che vengono applicate tenendo in considerazione le condizioni economiche e sociali del contribuente, come l’IRPEF;
le imposte reali, che vengono applicate escludendo qualsiasi valutazione di tipo economico o sociale, come l’IMU

Quali sono le imposte indirette?

Le imposte indirette più importanti del nostro sistema sono le seguenti:

IVA, che sta per Imposta sul valore aggiunto, è un’imposta che viene versata in caso di cessione di beni o servizi e va ad incidere solo sul valore aggiunto. In Italia sono previste tre tipi di aliquote, con quella ordinaria del 21 per cento e quelle ridotte del 10 e del 4 per cento;
Imposta di bollo, che viene applicato quando si produce, si richiede o si presenta un documento;
Imposta di registro, avviene quando si registra un trasferimento di beni immobili o mobili e quando il trasferimento è soggetto ad una registrazione obbligatoria;
Imposta sulle successioni e sulle donazioni, che si applica durante il trasferimento di proprietà ad altri, sia per causa di morte che di liberalità;
Imposta catastale e ipotecaria, che viene applicata per quando riguarda gli atti formali che permettono il trasferimento di beni immobili.

Le imposte indirette possono essere suddivise in: imposte sugli scambi, come l’IVA, imposte su trasferimenti a titolo gratutito, come l’imposta sulle successioni e sulle donazioni o a titolo oneroso, come le imposte di registro, di bollo e ipotecarie e imposte sui consumi, come le accise.

Scommesse doppia chance

Nell’ampio panorama di tipologie di scommesse offerte dai bookmaker ne troviamo una in particolare che, da sempre, riscuote un grandissimo successo, la doppia chance.

Come si può facilmente evincere dal nome si tratta di un tipo di pronostico che verte su una doppia possibilità di risultato, nello specifico richiede di prevedere due risultati possibili su tre, ed appartiene alla tipologia di scommesse multiple.

L’agevolazione principale della doppia chance è favorire lo scommettitore nel pronostico, con un margine di rischio davvero basso : scommettendo 2 risultati su tre, infatti, avrete il 66,7% di probabilità di centrare il risultato della partita.

Cos’è la doppia chance

Lo scopo nel giocare una doppia chance è, chiaramente, assicurarvi una vincita nel momento in cui , pur avendo una squadra favorita, la vincita non sia scontata ; ipotizzando un match tra Chievo-Juventus, in un periodo in cui la Juve non sta brillando per una serie di motivi quando gioca fuori casa, potrete dare adito al dubbio che anche questa volta potrebbe non uscirne vincente puntando ad un doppio pronostico.

Benché l’istinto vi dica che, comunque sarà vincente, con una scommessa doppia chance avete la possibilità di preservare quella pur piccola probabilità, se non di perdita, magari di un pareggio.

Chievo – Juventus ;
Juventus vincente o pareggio ;
Doppia chance in giocata 2X .

Pertanto sulla vostra schedina dovrete apporre il segno 2X che vi renderà vincenti sia in caso di vittoria della Juve sia in caso di pareggio.

Conviene la doppia chance?

In realtà non si tratta di una delle scommesse maggiormente remunerative, per ovvi motivi che gli scommettitori più esperti conoscono bene, una su tutte l’alta probabilità di vincita.

Di contro bisogna ammettere che una giocare una o più doppie chance su una bolletta, pur non offrendo grandi somme in caso di vincita, potrebbe essere utile per coprire la spesa della giocata, e non è poco.

Come per qualsiasi tipologia di scommessa, inoltre, dipende molto dalla somma investita che, se alta, sarà direttamente proporzionale alla vincita ; in ogni caso le quote di una doppia chance sono sempre piuttosto basse.

Suggerimenti di giocata doppia chance

Il nostro suggerimento è di sfruttare la scommessa doppia chance su partite considerate “rischiose” , in quanto le quote, in questi casi, tendono ad essere leggermente più alte e, nonostante l’abbassamento dato dalla tipologia di puntata, potrebbero risultare ancora interessanti.

Alcuni scommettitori, ad esempio, applicano la doppia chance nei match in cui ci sono squadre sfavorite, poiché le quote sono più alte; in questo caso è consigliabile puntare sulla squadra favorita dandola vincente e optare per un pareggio, oppure azzardare un 12, in cui, in linea di massima, la quota della squadra sfavorita sarà ancora più alta.

Inoltre va detto che, proprio per le quote non eccellenti, le doppie chance sono indicate per le scommesse “combo”, ossia associate ad altri pronostici.

Quanti tipi di doppia chance ci sono?

Le scommesse doppia chance prevedono, come abbiamo detto, un doppio pronostico sul risultato 1X2 ; pertanto le possibilità di puntata sono le seguenti :

1X : vincita della squadra di casa o pareggio, anche nota come doppia chance In ;
12 : vincita di una delle due squadre, anche nota come doppia chance In/Out ;
X2 : pareggio o vittoria della squadra ospite, conosciuta anche come doppia chance Out.

Sport in cui potete scommettere una doppia chance

Essendo uno strumento utilizzabile per discipline che prevedono un risultato a 3, ossia il classico “vittoria, pareggio, perdita” o 1X2, la doppia chance non è applicabile ai pronostici per sport come il tennis o la pallavolo, in quanto non è previsto il pareggio nei risultati.

Rientrano tra gli sport in cui potete piazzare le vostre scommesse in doppia chance :

Rugby
Basket ;
Hockey ;
Calcio a 5 ;
Football Americano.

Nel Basket il pareggio è previsto solo oltre i tempi regolamentari, mentre nelle altre discipline avviene raramente ; anche per questi motivi il calcio, essendo uno sport dai risultati altamente imprevedibili, rimane la disciplina più gettonata dagli scommettitori amanti della doppia chance.

Tutti i tipi di doppia chance

Un metodo molto utilizzato dagli amanti del betting più navigati è l’abbinamento della doppia chance ad altri pronostici, ma come si fa a scommettere? E, soprattutto, quali sono i pronostici più convenienti?

Vediamo le principali “Combo” suggerite dagli esperti.

Doppia chance 1° tempo

La scommessa combo “doppia chance primo tempo” prevede il pronostico del risultato della partita al termine, per l’appunto, dei primi 45 minuti di gioco (nel calcio) e la puntata sarà sempre con la scelta di due possibili risultati.

Doppia chance +gol/no gol

In questo caso avrete la combinazione di due scommesse : Doppia Chance e gol/no gol, nella quale dovrete pronosticare un risultato per ogni singola scommessa durante i tempi regolamentari, sia per quanto concerne la squadra sia per l’attuazione di gol ; per le squadre valgono le regole che abbiamo visto precedentemente (1X , 12, X2) mentre, per quanto concerne il gol/no gol dovrete indovinare se entrambe le squadre segneranno, se segnerà una sola o se il match si concluderà senza gol.

Le possibili combinazioni, dunque, saranno 6 :

1X+NG ;
1X+GG ;
X2+NG ;
X2+GG ;
12+NG ;
12+GG.

Esistono anche le versioni 1° tempo e 2° tempo, riferite a solo uno dei due tempi di gioco.

Doppia chance+ Under/Over (e varianti)

La doppia chance dovrà essere abbinata al pronostico sulla somma dei gol segnati dalle due squadre durante la partita, indicando se sarà superiore con “Over” o inferiore “Under” rispetto allo spread offerto.

Ai fini della scommessa sono considerati solamente i tempi regolamentari, esclusi eventuali tempi supplementari e rigori.

Avrete la possibilità di associare una doppia chance a :

Under/Over primo tempo ;
Under/Over secondo tempo ;
Under/Over ospite.

In quest’ultimo caso la scommessa consiste nel pronosticare se la somma dei gol segnati dalla squadra ospite nel corso dei 90 minuti regolamentari ,più eventuale recupero, supera o meno l’indice stabilito di 3,5 gol ; pronosticando under si ipotizza il numero di gol segnati dalla squadra ospite sarà inferiore a 4 goal, mentre con “over” il pronostico prevede che il numero dei goal sia uguale o superiore a 4.

Tutte le scommesse doppia chance potranno essere giocate in combo anche in riferimento ai tempi supplementari di gioco, mantenendo invariati i regolamenti di partecipazione.

Doppia chance Multigol

Si tratta di un tipo di scommessa in cui dovrete pronosticare la somma dei gol realizzati da una o da entrambe le squadre di calcio nell’arco dei 90 minuti regolamentari di una partita di calcio.

Da non confondere con la scommessa Under / Over, che richiede il numero esatto di gol segnati, qui dovrete prevedere se il numero di gol effettuati in un match rientra in un preciso intervallo di reti definito dalla scommessa scelta.

Le quote offerte dal multigol variano molto e aumentano in modo direttamente proporzionale al restringersi dell’intervallo di gol da centrare; questo è uno dei motivi principali, se non il primo, per cui i Multigol è molto utilizzato dagli scommettitori per effettuare scommesse combinate.

Una combo doppia chance + multigol consiste nel pronosticare contemporaneamente, nella partita di riferimento esclusi eventuali tempi supplementari e rigori, se la partita terminerà con uno dei due risultati previsti tra le due scelte e quale sarà la somma dei gol segnati dalle due squadre.

Risultati vincenti per combo doppia chance+Multigol

Doppia chance IN (1X) + Multigol

E’ un tipo di combinazione con quote non troppo vantaggiose, adatta a scommettitori in grado di seguire attentamente i pronostici.

I risultati vincenti per le varie combinazioni sono :

Doppia chance 1X + Multigol 1-2 : 1-0, 1-1, 2-0 ;

Doppia chance 1X + Multigol 1-3 : 1-0, 1-1, 2-0, 3-0, 2-1 ;

Doppia chance 1X + Multigol 1-4 : 1-0, 2-0, 3-0, 4-0, 1-1, 2-1, 2-2, 3-1 ;

Doppia chance 1X + Multigol 1-5 : 1-0, 2-0, 3-0, 4-0, 1-1, 2-1, 2-2, 3-1, 4-1, 3-2 ;

Doppia chance 1X + Multigol 2-3 : 1-1, 2-0, 2-1, 3-0 ;

Doppia chance 1X + Multigol 2-4 : 1-1, 2-0, 2-1, 3-0, 3-1, 4-0, 2-2 ;

Doppia chance 1X + Multigol 2-5 : 1-1, 2-0, 2-1, 3-0, 3-1, 4-0, 2-2, 3-2, 4-1.

Doppia chance OUT (X2)+Multigol

In questo caso la doppia chance è riferita alla squadra ospite e le quote sono sempre contenute ; tuttavia è un tipo di scommessa piuttosto gettonata, soprattutto quando la squadra che gioca fuori casa fa parte dei Club maggiori.

I risultati vincenti per le varie combo sono i seguenti :

Doppia chance X2 + Multigol 1-2 : 0-1, 0-2, 1-1 ;

Doppia chance X2 + Multigol 1-3 : 0-1, 0-2, 0-3, 1-2, 1-1 ;

Doppia chance X2 + Multigol 1-4 : 0-1, 0-2, 0-3, 1-2, 1-3, 1-4, 1-1 ;

Doppia chance X2 + Multigol 1-5 : 0-1, 0-2, 0-3, 1-2, 1-3, 0-4, 1-4, 2-3, 1-1, 2-2 ;

Doppia chance X2 + Multigol 2-3 : 0-2, 1-2, 0-3, 1-1 ;

Doppia chance X2 + Multigol 2-4 : 0-2, 1-2, 0-3, 1-3, 0-4, 1-1, 2-2 ;

Doppia chance X2 + Multigol 2-5 : 0-2, 1-2, 0-3, 1-3, 0-4, 1-4, 2-3, 1-1, 2-2.

Doppia chance In/Out (12)+ Multigol

Una scommessa che per certo esclude qualsiasi possibilità di pareggio, in genere utilizzata per partite piuttosto importanti con squadre di un certo calibro.
In questo caso le quote tendono ad alzarsi, anche se pesa la variabilità della quota multigol.

Anche in questo caso proponiamo i vari risultati possibili con le differenti combinazioni :

Doppia chance 12 + Multigol 1-2 : 1-0, 2-0, 0-1, 0-2 ;

Doppia chance 12 + Multigol 1-3 : 1-0, 2-0, 3-0, 2-1, 0-1, 0-2, 0-3, 1-2 ;

Doppia chance 12 + Multigol 1-4 : 1-0, 2-0, 3-0, 2-1, 3-1, 4-0, 0-1, 0-2, 0-3, 1-2, 1-3, 1-4 ;

Doppia chance 12 + Multigol 1-5 : 1-0, 2-0, 3-0, 2-1, 3-1, 4-0, 4-1, 3-2, 0-1, 0-2, 0-3, 1-2, 1-3, 0-4, 1-4, 2-3 ;

Doppia chance 12 + Multigol 2-3 : 2-0, 2-1, 3-0, 0-2, 1-2, 0-3 ;

Doppia chance 12 + Multigol 2-4 : 2-0, 2-1, 3-0, 3-1, 4-0, 0-2, 1-2, 0-3, 1-3, 0-4 ;

Doppia chance 12 + Multigol 2-5 : 2-0, 2-1, 3-0, 3-1, 4-0, 4-1, 3-2, 0-2, 1-2, 0-3, 1-3, 0-4, 1-4, 2-3 .

Quando scegliere una doppia chance 12

L’abbassamento delle quote nelle scommesse doppia chance, mediamente di circa 2 punti percentuali, ci suggerisce di evitare questo tipo di strumento per competizioni dall’esito prevedibile, in quanto potreste perdere l’occasione di una buona vincita.

La scelta di una doppia chance 12 è sconsigliabile durante i campionati o i gironi quando, in linea di massima, gli scontri sono meno accesi poiché non c’è molto da perdere o da vincere ed è sicuramente più facile il raggiungimento di un pareggio .

Al contrario se il gruppo sta lottando per la sopravvivenza, difficilmente il match si concluderà con un risultato di parità ed è proprio questo il momento di scommettere una doppia chance 12, in quanto al 90% una delle due squadre risulterà vincente.

Tattica per l’aumento delle quote doppia chance

Posto che non esiste la formula magica nell’ambito delle scommesse, potete sempre affidarvi ai calcoli matematici e all’esperienza di scommettitori esperti, cercando di mettere in pratica dei suggerimenti che, via via, potranno aiutarvi ad ottenere ottimi risultati.

Uno di questi metodi è la scelta delle quote più alte tra diversi bookmaker per giocare la doppia chance.

Ipotizziamo un match Napoli-Inter con le seguenti quote ::

Betflag quota la vittoria del Napoli a 1,60 ;
Unibet quota il pareggio a 4,05 ;
Stanleybet quota il pareggio a 4.

Inserendo nel calcolatore eventi (calcolatore professionale per cercare le surebet) le quote più alte, ossia 1,60 e 4,05, rispettivamente per il segno 1 e X, la quota combinata risulta pari a 1,147, che sarà la quota per la doppia chance 1X.
Inserendo anche il segno 1, otterremmo l’importo da giocare sulla X.

Alcuni esperti di betting sostengono che la doppia chance sia complementare alle scommesse con handicap : sostanzialmente l’interazione tra le due strategie di scommessa contribuirebbe all’aumento complessivo delle probabilità e ne migliorerebbe la redditività a lungo termine.

Articolo informativo offerto gratuitamente da Tradingsport24.com il sito dove scegliere i migliori siti bookmaker e bonus per fare scommesse sportive.

Piperina e Curcuma Plus: cos’è? Funziona? quanto costa?

Tutti gli essere umani ingeriscono ogni giorno una grossa quantità di calorie che l’organismo può trasformare in energia o in grassi. Le cause dell’obesità possono essere associate ad una predisposizione genetica, ad un comportamento alimentare scorretto e a dei problemi psicologici. Le conseguenze di questa ‘malattia’ sono molto gravi e pericolose poichè quest’ultima tende ad abbassare la speranza di vita, aumentare la possibilità di incidenti cardio-vascolari, provocare insufficenza respiratoria con il passare dei giorni, favorire l’artrosi alle ginocchia, alle anche ed aumentare la frequenza dei calcoli biliari. Nella maggior parte dei casi, le persone che soffrono di obesità, assumono più calorie di quelle che normalmente dovrebbero ingerire. Il cibo diventa una vera e propria dipendenza e funge da valvola di sfogo per combattere la depressione e l’ansia. E’ difficile trovare un rimedio efficace per dimagrire soprattutto perchè, man mano che l’interessato prenderà peso, la sua autostima diminuirà e la dieta rappresenterà solo un altro fallimento personale. Ad alimentare questo problema vi sono diversi fattori come lo stress, la difficoltà di accettare il proprio corpo, il fumo, il consumo di alcol e la somministrazione di alcuni farmaci.
Per riuscire ad ottenere un buon risultato e sconfiggere per sempre l’obesità è necessario migliorare il rapporto con se stessi per raggiungere qualsiasi obiettivo. L’attività fisica associata ad una giusta alimentazione equilibrata e calorica, senza ridurre necessariamente le quantità di cibo ingerite di solito, riuscirà a migliorare e a cambiare la qualità del proprio metabolismo. E’ consigliabile assumere anche un integratore alimentare a base di Piperina e Curcumina, ossia Piperina e Curcuma plus, ottime per aiutare il corpo a smaltire le cellule adipose e ad accelerare il metabolismo.

Piperina e Curcuma Plus: cos’è e come si usa?

La curcuma longa e la piperina sono degli ingredienti naturali che aiutano ad accelerare il metabolismo e a bruciare i grassi in eccesso del corpo. In particolare la piperina favorisce la digestione e lo smaltimento dei grassi; mentre la curcuma ha una proprietà disintossicante, depurativa, elimina le scorie e le tossine. Questi integratori vanno assunti in media due volte al giorno, a pranzo e a cena, a stomaco pieno e con l’aiuto di acqua naturale. E’ importante non fare abuso di questo prodotto perchè ciò non velocizzerà il processo di dimagrimento e non si otterrà il risultato sperato, anche se non si avranno effetti indesiderati dato che il prodotto è completamente naturale. E’ sconsigliato assumere questi integratori se si è intolleranti alla curcuma e alla piperina, in gravidanza o in fase di allattamento, è vietato somministrarlo ai bambini e a chi soffre di patologie renali e gastrointestinali. Se nei primi 30 giorni dalla data d’acquisto il cliente non è soddisfatto o non ha riscontrato alcun risultato, può restituire il prodotto ed essere rimborsato senza alcun tipo di problema.

Cosa sapere prima di comprare Piperina e Curcuma Plus?

Gli integratori di curcuma plus e piperina sono venduti in appositi contenitori da 60 compresse di 500mg. Il prodotto può essere acquistato in erboristeria o online, dal sito ufficiale o da Ebay/Amazon, ma non può essere reperito in farmacia. Il prezzo standard è di 69 euro a confenzione, ma attualmente due barattoli sono in offerta a soli 49 euro se acquistati esclusivamente dal sito ufficiale. Dopo aver compilato il modulo d’acquisto online ed aver inserito tutti i dati personali, il call center di Piperita e Curcuma Plus contatterà telefonicamente il cliente per confermare l’ordine e il pagamento potrà essere effettuato tranquillamente alla consegna. E’ importante sapere che ogni confenzione riesce ad assicurare due mesi di trattamento!

Piperina e Curcuma Plus opinioni

Prima di acquistare qualsiasi prodotto online, è necessario leggere i relativi feedback dei consumatori che l’hanno già testato. Laura, 25 anni, si era posto come obiettivo la perdita di peso in un breve periodo di tempo. L’acquisto della curcuma e la piperina dal sito online è stata semplice, intuitiva e il prodotto è arrivato a casa dopo pochi giorni. Dopo i primi due mesi di trattamento, è riuscita a dire addio a 5 kili. 
Lucrezia, a differenza di Laura, non aveva associato agli integratori un piano alimentare equilibrato e la giusta attività fisica. Dopo essersi confrontata con la sua nutrizionista e aver iniziato a correre, la sua massa grassa è calata notevolmente e può affermare che il prodotto funziona alla grande. 
Alessandra ha testato il prodotto e l’effetto che le ha provocato non è stato gradito. La donna ha avverito l’effetto calore ed ha deciso di assumerlo solo dopo aver consumato i pasti più abbondanti della giornata, ottenendo a pieno i benefici del prodotto.
Infine, Gianfranco ha sofferto di obesità e aveva deciso di sottoporsi qualche anno fa ad un intervento di sleeve gastrectomy. Questa operazione prevedeva di tagliare un pezzo di stomaco per diminuire il senso di fame, ma a distanza di un anno la sua alimentazione è tornata ad essere quella di sempre. La sua obesità non gli permetteva di camminare e seguire il figlio di 3 anni nella sua crescita. Affranto e senza speranze, era venuto a conoscenza di questo prodotto a base di piperina e curcuma plus navigando in internet. All’inizio non credeva ai suoi benefici poi, dopo aver assunto un personal trainer, il suo corpo ha perso massa grassa. Il suo percorso dimagrante è ancora in atto, ma attualmente riesce a stare in piedi e a correre dietro suo figlio in giro per la casa.

Alchilgliceroli, molecole che curano la psoriasi

CHI è LO SQUALO DELLA GROENLANDIA

Lo Squalo che abita i mari della Groenlandia, è adattato al meglio alle condizioni climatiche molto fredde dei mari profondi che popola lo squalo della Groenlandia, in particolare la specie chiamata Somnosius microcephalus, è molto ben adattato alle condizioni estreme dei fondali gelidi e profondi dei suoi mari.

Storicamente l’olio e la carne di questa varietà di squalo è stata utilizzata come rimedio naturale nei paesi scandinavi per la guarigione veloce delle ferite, e il rafforzamento del sistema immunitario.

L’olio di fegato di squalo della groenlandia, è composto da trigliceridi, colesterolo, squalene e alchilgliceroli o alcossigliceroli.

Alchilgliceroli, caratteristiche

Gli alchilgliceroli sono molecole lipidiche contenute nell’olio di fegato di squalo per più del 50% di concentrazione, presenti anche nel latte materno e nel midollo osseo.

Nel latte vaccino anche sono contenute tracce di alchilgliceroli, ma in misura molto minore.

Gli elementi di cui sono composti gli alchilgliceroli sono l’alcol batilico, che aumenta il numero dei globuli rossi, l’alcol cetilico, che stimola l’ematopoiesi, l’alcol selachilico e il gruppo metossilico che è il principale responsabile della forte attività biologica degli alchilgliceroli stessi.

Grazie alla loro composizione gli alchilgliceroli sono molto attivi come stimolanti del sistema linfatico e immunitario generale.

Come Agiscono gli Alchilgliceroli?

Gli alchilgliceroli attivano i macrofagi citotossici della membrana cellulare, aumentando di fatto le difese immunitarie.

L’assunzione di alchilgliceroli per via orale aumenta il livello di IgG e anche quello di IgM del plasma.

Successivamente, vengono incorporati nelle piastrine abbassando il mediatore chimico dell’infiammazione, denominato PAF.

Alcuni studi dimostrano che gli alchilgliceroli diminuiscono lo sviluppo di cellule cancerogene.

Gli Alchilgliceroli come antitumorali

Gli alchilgliceroli una volta assimilati dalla cellula, trasmettono diversi segnali che bloccano la proliferazione cellulare attraverso il blocco della proteinchinasi C.

Un altro aspetto li vede a recuperare e inibire l’azione dannosa delle radioterapie in pazienti trattati.

Fin dal 1934 gli alchilgliceroli vennero usati tramite estrazione dal midollo osseo che permetteva l’aumento dei leucociti.

Negli anni ’70 verso la fine l’assunzione orale ai pazienti malati di tumore sotto radioterapia ha confermato le ipotesi coadiuvanti descritte sopra.

L’applicazione delle molecole in tali pazienti ha permesso di contrastare le lesioni da radioterapia per oltre il 60%

Da qui emerge l’alto potere antiossidante degli alchilgliceroli, che prevengono il danneggiamento dei tessuti derivante dalle terapie con radiazioni.

La capacità di aiutare la rigenerazione dei tessuti aiutato l’epidermide dall’interno a combattere diverse malattie psicosomatiche e dermatologiche di tipo diffuso, come eczema, dermatiti e psoriasi.

Dosi da assumere

A seconda del disturbo o problematica da trattare la dose giornaliera varia. In genere il range è tra i 200 mg e il 500 mg di olio di fegato di squalo.

Queste quantità contengono circa tra i 50 e i 100 mg. di alchilgliceroli.

In caso di supporto alla terapia anticancerogena il consiglio è di triplicare l’assunzione, arrivando a prendere 6 capsule al massimo di olio di fegato di squalo su base giornaliera.

Invece per immunizzare e aumentare le difese, e l’efficienza del sistema linfatico per problemi minori, 250 mg. di principio attivo 3 volte al giorno.

Nei bambini l’indicazione per rinforzare il sistema immunitario è di 2 capsule al giorno, 250 mg. di principio attivo.

Riassunto

L’olio di fegato di squalo è un rimedio storico usato nella medicina tradizionale svedese sia come curativo diretto che come supporto alla prevenzione, e può essere inserito normalmente nella nostra dieta quotidiana per combattere la psoriasi.

Aumenta l’attività del sistema linfatico e del sistema immunitario, e blocca la proliferazione delle cellule tumorali. Previene stati influenzali, riduce i danni collaterali causati dalle chemio e radioterapie, e stimola la guarigione delle ferite.

L’attività immunologica delle molecole di alchilgliceroli sono indubbie: pazienti trattati con capsule di olio di fegato di squalo hanno ridotto l’esposizione a malattie di tipo influenzale. Si considerano quindi un valido coadiuvante dei vaccini antinfluenzali stagionali.

Lo Squalo della Groenlandia ha una popolazione equilibrata e numerosa, quindi questa attività non ne pregiudica la riproduzione e il mantenimento della specie.

Le società di recupero crediti chi sono e come comportarsi

Società recupero crediti

Le agenzie di recupero crediti sono società private di cui si avvalgono sovente banche, finanziarie , imprenditori e uffici pubblici  per esigere crediti dai propri debitori, intervenendo in via stragiudiziale : in linea di massima le società che si avvalgono del recupero crediti si prospettano un rientro anche parziale del credito evitando onerose azioni legali nei confronti del debitore.

La figura del recupero crediti, in qualche modo, provoca una certa paura, anche grazie al pessimo lavoro eseguito da pochi addetti che non rispettano le regole fondamentali della professione, a discapito delle numerose agenzie che operano in conformità con quanto previsto dalla Legge.

Chi sono gli agenti di riscossione

I cosiddetti agenti di riscossione sono dei privati che guadagnano in percentuale sul denaro che riescono a recuperare dai debitori .

Può capitare che si spaccino per Avvocati, ma non lo sono anche se potrebbe trattarsi di studenti di giurisprudenza non praticanti.

Trattandosi di società private, i loro dipendenti non rivestono il ruolo del pubblico ufficiale e, pertanto, non hanno alcun potere giuridico nei confronti del debitore né, tantomeno, le loro azioni possono produrre conseguenze legali.

Recupero crediti telefonico

Molte persone arrivano ad essere letteralmente angosciate dalle telefonate delle agenzie di recupero crediti, al punto di non voler più rispondere a numeri sconosciuti o privati ; perlopiù si tratta di cittadini che hanno avuto a che fare con quegli addetti poco rispettosi delle norme vigenti, mettendo in cattiva luce un’intera categoria.

La telefonata tipo di un agente del recupero crediti dovrebbe svolgersi nel modo più educato possibile, attenendosi alle regole fondamentali del buonsenso e tenendo conto che le azioni degli agenti di riscossione sono sottoposte, per Legge, a limiti stringenti.

Addirittura sono tenuti a dover mantenere la calma nel momento in cui, dall’altra parte del filo, si dovessero verificare scene di isteria o insulti.

Cosa non può fare un addetto al recupero crediti

Posto che ognuno dovrebbe attenersi alla basilari nozioni del senso civico e rispettare il prossimo anche e soprattutto durante lo svolgimento delle proprie mansioni, esistono regole ferree cui gli addetti al recupero crediti devono sottostare: 

  • Non possono utilizzare moduli vocali pre-registrati ;
  • I numeri di telefono utilizzati devono essere visibili (quindi non possono chiamare da numero privato) ;
  • Tutti i dati personali del debitore devono essere cancellati dopo l’estinzione del debito ;
  • Sono vietati i messaggi in segreteria telefonica ;
  • Sono vietate le affissioni delle notifiche di pagamento ;
  • E’ vietato l’invio di posta con la dicitura visibile “recupero crediti” o altre scritte atte a danneggiare l’immagine del debitore ;
  • Sono tenuti a mantenere un tono educato e a non ledere in alcun modo la privacy o l’immagine del debitore.

Come comportarsi?


Ribadendo che non si tratta di pubblico ufficiale, come nel caso di un Ufficiale Giudiziario o altra figura riconosciuta dalla Legge italiana, vale quanto detto sopra riguardo al buonsenso : trattate l’addetto come una persona che sta svolgendo il proprio lavoro, senza alcun timore : ricordate che non avete nessun obbligo nei confronti del recupero crediti, lui ne prenderà atto.

Pellicole di sicurezza: Cosa sono e a cosa servono

Per decidere quale modello di pellicole di sicurezza comprare per rendere sicuri i vetri di casa o ufficio da incidenti possibili soprattutto a bambini a causa della rottura dei vetri sei nel posto giusto! Di seguito puoi trovare diverse informazioni commerciali riguardanti le pellicole di sicurezza, utili affinchè il tuo acquisto sia soddisfacente scegliendo le pellicole di sicurezza per vetri giuste per la tua esigenza. Continua a leggere se vuoi sapere:

  • Cosa sono le pellicole di sicurezza
  • A cosa servono
  • Chi produce pellicole di sicurezza
  • Dove comprare le pellicole di sicurezza
  • Quanto costano le pellicole di sicurezza
  • Prezzi
  • Recensioni e opinioni
  • Caratteristiche e tipologie

Leggi tutto “Pellicole di sicurezza: Cosa sono e a cosa servono”

Quali sono i fattori seo?

Per offrire agli utenti che navigano le proprie serp, delle pagine pertinenti all’intenzione di ricerca, Google utilizza complessi algoritmi per classificare siti web e le relative pagine. Gli algoritmi e le tecnologie che sono alla base del funzionamento del motore di ricerca Google, sono in continua evoluzione, e valutano una serie di elementi per stabilire il ranking dei siti web. Tali elementi sono conosciuti come fattori seo. Una lista di fattori seo precisa non è possibile farla proprio in quanto tali variabili spesso cambiano di peso nel complesso algoritmico. Grazie all’esperienza pregressa di molti consulenti seo, si è riusciti però a stabilire una lista di fattori seo (si parla di oltre 200 punti), che devono essere ottimizzati al fine di ottenere un miglior posizionamento su Google aumentando il ranking delle singole pagine.

Fortunatamente viene incontro a chi vuole iniziare l’arte dell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), la tavola periodica dei fattori seo di Searchengineland. L’ultima versione è stata curata da Pamela Parker , progettata da Taylor Peterson , insieme ad un gruppo di consulenti da Ginny Marvin , Barry Schwartz , Greg Sterling ,Detlef Johson , a Henry Powderly. 

E’ proprio aiutandomi con la tavola periodica dei fattori seo, che scriverò questo articolo, dicendo innanzitutto che tale elenco di fattori è diviso in 3 aree che contengono diversi fattori seo che è utile ottimizzare:

  • Fattori seo onpage
  • fattori seo offpage
  • Violazioni

Le aree, sono state ulteriormente divise in sottocategorie, che sono le seguenti:

  • Contenuti
  • Architettura
  • HTML
  • Autorevolezza
  • Link
  • Personalizzazione
  • Social


Nella tavola degli elementi seo in modo schematico sono stati divisi i fattori seo ed ognuno di essi ha specificato il peso e l’importanza del singolo fattore nell’ottimizzazione.

Scopri qui: l’elenco dei fattori seo

Spedire fiori: Come spedire fiori a domicilio guida completa

Ormai in ogni mese dell’anno ci sono festività e ricorrenze che possono essere onorate con un omaggio floreale. Oltre questo, spedire fiori a domicilio non è più soltanto una prerogativa per San Valentino e dunque una pratica legata al romanticismo, ma sono centinaia le occasioni nelle quali si può
inviare un messaggio ad un altra persona spedendo fiori a distanza.

Si possono spedire fiori per augurare buon compleanno, o per fare gli auguri di natale o inviare fiori per Pasqua a parenti lontani, ma anche per congratularsi per una laurea conseguita, per la festa della Mamma, del Papà, dei Nonni, per una Nascita o per tutte i tipi di sacramenti conseguiti come Battesimi, Cresime e Matrimoni.

Insomma, da un lato spedire fiori è diventata una soluzione rapida e gradita per inviare un messaggio, ma dall’altra esistono molte persone che
ancora non hanno mai effettuato una spedizione floreale a distanza la cui mente è ancora ricca di dubbi. Spedisco i fiori online… arriveranno in tempo?
saranno spediti fiori freschi? chi spedisce i fiori? come spedire fiori in un’altra città? come spedire fiori a casa propria?
quanto costa spedire fiori? le spedizioni possono essere anonime? Ecco, queste sono solo alcune delle domande a cui molti utenti non sanno dare una risposta
ed è per questo che scriviamo questa comoda guida, per poter fugare ogni dubbio e consentire a chiunque di fare spedizioni di fiori e piante a distanza
e non temere per la consegna.

Come spedire fiori in un’altra città?

Un omaggio floreale può essere spedito sia nella propria città che in un’altra. I servizi di spedizione floreale sono nati proprio
per riuscire ad offrire a chiunque la possibilità di far recapitare omaggi floreali a persone care distanti. Per farlo, si potrà
optare per uno dei fiorai di zona con l’etichetta sulla porta d’ingresso “qui spediamo fiori a distanza”, solitamente collegati a un servizio
di spedizione floreale, oppure si potrà acquistare tale servizio comodamente da casa, sfruttando uno dei portali di flower delivery online.

Quanto costa il servizio di spedizione fiori?

Il servizio di spedizione fiori effettuato online in uno dei portali tematici esistenti, vede il costo di spedizione incluso nel prezzo della
composizione floreale scelta per l’invio. Invece recandosi direttamente dal fioraio di zona, il costo del mazzo di fiori può subire un aumento
che differisce dalla zona di consegna. Infatti se il fioraio potrà effettuare la consegna direttamente, perchè il domicilio del destinatario è in una
zona limitrofa, tale servizio non avrà un costo aggiuntivo mentre per spedire in un altra città o nazione si dovrà aggiungere al costo
dei fiori da spedire anche quello del servizio di spedizione.

Che tipo di fiori posso spedire?

Recandosi presso un fioraio di zona, si potranno spedire i fiori e le piante a disposizione nel negozio, mentre la scelta è molto più
vasta nei sitiweb specializzati nell’invio di fiori a distanza, dove è possibile far recapitare qualunque tipo di fiore.

Posso fare una spedizione anonima?

Sia offline che online è possibile fare la spedizione anonima. Ovviamente per mantenere un anonimato certo, è bene effettuarla tramite sitiweb
che consentono la spedizione “senza registrazione”, ovvero da ospiti. Prima di effettuare l’acquisto del mazzo da inviare però, è bene
telefonare alla società che gestisce il sito per mettere in chiaro la volontà di non far comparire il mittente dell’omaggio floreale,
senza fare questo passaggio, si potrebbe incorrere nel non anonimato in quanto le società inserirebbero il mittente.

Posso spedire fiori con un messaggio?

I fiori si spediscono per far si che essi siano un pretesto per inviare un messaggio. I fiori stessi sono un messaggio perchè
per ogni occasione e per ogni sentimento da mostrare, c’è un tipo di fiore adatto o un tipo di colore più adeguato.
Nonostante ciò spesso in tanti non conoscono il significato dei fiori o dei colori dei fiori, ed è dunque consigliato
inviare un messaggio allegato in un semplice bigliettino.

Posso spedire fiori con un regalo?

Grazie a sitiweb online specializzati nella spedizione di fiori e piante, si sta diffondendo sempre più la cultura
di inviare non più solo fiori alla persona cara, ma affiancare tale omaggio con un presente. Si possono spedire
infatti omaggi floreali affiancati da peluches, torte, cioccolattini, bottiglie di vino, targhe ed ogni genere di gadget
che possa essere ricondotto alla ricorrenza da onorare.

Posso spedire fiori a casa mia?

Molto spesso chi spedisce fiori lo fa per omaggiare il proprio coniuge quando è da solo a casa, per augurare un buon anniversario
o anche perchè si vogliono esternare i propri sentimenti senza un motivo valido. Anche in questo caso è possibile e dunque non solo
si possono spedire fiori presso un altro domicilio, ma anche verso il proprio domicilio. basterà inserire nei dati di spedizione all’interno
dei siti web preposti, il nome e cognome del destinatario (moglie o figli o parente che abita nella stessa casa), corredato
dall’indirizzo di residenza propria.

E’ possibile spedire fiori all’estero?

Quando esisteva solo la possibilità di inviare fiori a distanza recandosi direttamente dal fioraio di zona abilitato, la spedizione
aveva un costo alto e dunque quasi mai si sceglieva di far giungere fiori e piante dall’Italia verso un paese estero.
Fortunatamente il progresso e la comparsa di servizi online per consegnare fiori, ha fatto si che siano state abbattute le
vecchie barriere di confine, consentendo anche la spedizione dei fiori all’estero verso almeno 130 nazioni differenti in ogni continente.

E’ possibile spedire fiori ovunque?

Si come detto in precedenza è possibile spedire fiori a casa, nella stessa città, in un’altra città e all’estero.
Ovviamente per chi deve far recapitare il proprio omaggio floreale in un comune con meno di 5000 abitanti la cosa
si complica un po, e bisogna cercare bene il sito con il quale effettuare la spedizione per potersi garantire
che l’omaggio arrivi nella data prestabilita. Un servizio di spedizione fiori in qualsiasi comune Italiano, e nel
90% dei comuni dei Paesi esteri nei quali lavora, è Fioriflor.com.

I fiori spediti sono freschi?

Il sistema delle spedizioni online è strutturato in modo da raccogliere la richiesta di invio in un giorno, passarla al fioraio della zona di consegna competente
e quest’ultimo il giorno stesso della consegna e non della richiesta, provvederà a confezionare il mazzo di fiori da consegnare.
Tutto ciò garantisce la massima freschezza dei fiori recisi consegnati.

La consegna dei fiori a domicilio verrà rispettata?

Il sistema di raccolta dati e indirizzi, le comunicazioni tra portali di servizi di delivery flower e i fiorai di zona
nonchè la famigerata precisione di questi ultimi, garantisce che scegliendo una determinata data e orario pomeridiano o mattutino
quest’ultima venga rispettata.

Quali servizi esistono per spedire fiori a domicilio?

Questi servizi appena elencati sono solo alcuni tra quelli utili per inviare fiori in Italia e all’estero, ne esistono molti altri
ma abbiamo scelto di condividere questi per autorevolezza, qualità del servizio e alcune caratteristiche che li contraddistinguono rispetto agli altri.

Chi consegna i fiori a domicilio?

Le consegne richieste sia online che offline verranno evase dal fioraio di zona più vicino al domicilio del destinatario e che ha
in negozio la disponibilità della composizione da consegnare oltre al fatto che ha a disposizione il tempo per farlo e dunque può accettare la commessa.

Posso scegliere chi consegna i fiori al destinatario?

Scegliendo di inviare dei fiori a domicilio tramite uno dei siti online che sono specializzati in questo, non si può scegliere
il fioraio che effetta la spedizione, ma soltanto scegliere il tipo di composizione floreale da inviare come omaggio.

Ogni servizio online citato, riesce a spedire i fiori a domicilio in giornata, ed offre la possibilità di scegliere se farli recapitare appunto lo stesso giorno o nei giorni successivi. Alcuni come Fioriflor, consentono anche di stabilire se i fiori in giornata debbano essere consegnati la mattina o il pomeriggio.

Pur essendo presenti, esistono pochi prodotti che possono servire il bisogno delle persone di mandare fiori a domicilio con soli 10 euro. Questo perchè ovviamente, i costi di spedizione, il costo del fioraio che consegna, dei fiori stessi e del servizio in generale, non consente di inviare fiori a Roma, Milano, Torino, Verona, Napoli, Bologna e in generale dovunque, a meno di 10 euro.

Festa della mamma 2020: regalale fiori e non solo

Domenica 10 Maggio 2020 sarà la giornata dedicata per festeggiare le donne che ci hanno messo al mondo, le nostre mamme. Pensare a cosa regalare per la festa della mamma non è mai una cosa semplice in quanto molte mamme nel tentativo di far risparmiare i propri figli, depistano qualunque domanda fatta per capire se esiste qualche loro desiderio da realizzare per fare un regalo utile e gradito.

Quanto appena detto ci dovrebbe far capire che ad ogni mamma per essere contenta bastano regali semplici e dunque inutile cercare di andare nel complicato per scegliere cosa regalarle. Una regola però è da rispettare, non essere ripetitivi.

Certo, la mamma non dirà mai al proprio figlio questo regalo me l’hai già fatto l’anno scorso, è la terza volta che mi regali questo o quell’articolo, ma bisogna mettersi in testa che le mamme non amano far sentire in imbarazzo i propri figli e dunque il fatto che non facciano notare che il regalo è uguale a quello dell’anno scorso non significa che non rimangano un po maluccio.

Ecco qualche idea su cosa regalare per la festa della mamma

Decorare una tazza per la mamma

Una tazza decorata e personalizzata può essere un pensierino da regalare per la festa della mamma. Divertitevi a rendere unica la tazza da regalare con qualche piccola decorazione che faccia diventare la vostra tazza un pensiero davvero speciale, non banale, non ripetitivo. Qui si può vedere come decorare una tazza per la mamma.

Fiori per le mamme di tutte le età

Regalare un mazzo di fiori alla propria mamma, significa regalare un sorriso a chi non te lo chiederà mai. Di mamma ce ne è soltanto una, coccolarla con un omaggio floreale è il minimo che si possa fare per ringraziarla di tutto ciò che fa per i propri figli.

La mamma è la donna più importante della vita di ognuno di noi, può sembrare un luogo comune ma non è così. Mamma è la prima parola che i bambini pronunciano, mamma è colei che ti tiene in grembo per 9 mesi e che è disposta a dare la vita per un figlio, senza chiedere ringraziamenti.

Regalare fiori per la festa della mamma significa regalare gioia e sorrisi sinceri, da chi riuscirà a dire soltanto “non dovevi”.

Se non vuoi sentir dire tale scusa, scegli di regalare un mazzo di fiori per la festa della mamma con una spedizione a distanza, dalle il tempo di piangere di gioia e poi chiamala, sarà pronta a regalarti un sorriso.

Se non si è certi di quali siano i fiori più giusti da regalare alla propria madre, ecco una risorsa con molte composizioni, piante e fiori per la festa della mamma.

Passeggia con lei

Alimentare i suoi ricordi con ciò che più ama al mondo, tu, è forse il regalo più bello che possa fare alla tua mamma. Non c’è bisogno di prenotare cene a ristorante, portarla a teatro o chi sa in quale posto da spendaccioni, basta andare insieme alla propria mamma a fare una passeggiata e dialogare con lei. Non è importante il luogo perché l’evento importante, il dono siete voi stessi nonostante ciò sforzatevi di portarle almeno sul lungomare della propria città, in un parco o ai giardinetti. Questo sarà probabilmente il regalo per la festa della mamma che lei ricorderà per sempre, in ogni suo piccolo particolare.

Suggerimenti offerti gratuitamente da:

Fioriflor di Sandra Gaetani
Martano (Le)
P.IVA: 04214940753
E-mail: info@fioriflor.com
Tel.: 0836574742
WhatsApp: 3291962143

Spedire fiori: 3 ricorrenze per spedire fiori a una donna

Spedire fiori ad una donna è un gesto intramontabile e gradito davvero da tutte le donne. Ci sono ricorrenze specifiche nel quale mandare dei fiori alla propria moglie, alla fidanzata ma anche ad un’amica, alla sorella, alla mamma e alla zia ad esempio. Ma in linea generale spedire fiori ad una donna è un gesto universale, dolce e speciale, ideale per festeggiare una data importante, una ricorrenza o anche per fare una sorpresa in un giorno qualunque.

San Valentino

San Valentino è la festa per antonomasia degli innamorati e occasione tra le più ideali per spedire fiori a una donna. I fiori topic per questa ricorrenza sono le rose soprattutto rosse, simbolo di amore e di passione, ma è possibile sfruttare San Valentino anche per far breccia nel cuore di una donna che ancora non è partner ufficiale o che conoscete appena. In questo caso la classica rosa rossa può essere singola e unita ad altri fiori che ne smorzeranno il significato amoroso, o ancora non è raro scegliere una rosa o più di colori come il blu, il rosa o quelle molto particolari e ricche di sfumature. Esistono poi bouquet e composizioni già pronte e anche low cost che vi faranno fare un’ottima figura e che potrete donare anche alla mamma, perché no. Quella del 14 Febbraio è una festa molto sentita e spedire dei fiori per San Valentino è sicuramente un gesto intramontabile, che saprà rallegrare e stupire anche la donna più restia ai festeggiamenti. Soprattutto il gesto di far recapitare un mazzo di fiori sarà gradito, spesso più che riceverli direttamente dal proprio partner. L’ideale è inviarli sul posto di lavoro o a casa e accompagnati da un bigliettino, rigorosamente da firmare. Perfette sono le frasi delle canzoni, delle poesie o dei film e anche le citazioni famose.

Festa della Donna

Spedire fiori a una donna è un gesto valido sempre, i fiori spesso sono simbolo anche di alcune festività come appunto la mimosa per Festa della Donna. Questo fiore profumato, delicato e primaverile è stato scelto come simbolo della ricorrenza non per particolari simbologie, ma da alcuni studi sembra semplicemente che fosse quello reperibile nel mese di marzo e che si poteva raccogliere facilmente dagli alberi. Si tratta sicuramente di un invito alla gioia, al sorriso e alla dimostrazione di stima e affetto verso le donne che si ha più vicine. Ciò nonostante la Festa della Donna sia stata istituita dopo un fatto grave di cronaca, nel quale le operaie di una vecchia fabbrica morirono a causa di un incendio.
Non è inusuale che il capofamiglia mandi alle donne di casa un rametto di mimosa, o un bouquet con protagonista questo delicato e luminoso fiore giallo. Esistono anche delle torte diventate simbolo della pasticceria italiana che ricordano questo fiore e che sono appunto realizzate soprattutto per festeggiare le donne il giorno dell’8 marzo. Si può tranquillamente affermare che non esiste Festa della Donna senza mimosa e senza che almeno un uomo caro invii fiori, o che li consegni direttamente.

Compleanno

Mandare fiori a una donna è un gran simbolo di galanteria e ammirazione e farlo per festeggiare il compleanno dell’amata è ideale. Qualsiasi donna ama ricevere fiori, anche quelle più restii ad ammetterlo sotto, sotto aspettano che qualcuno le omaggi con un fiore. Per questa ricorrenza si possono sfruttare tutti i tipi di piante e fiori recisi o in vaso, magari affidandosi al significato dei fiori, molte specie infatti hanno un significato ben preciso. In questo caso, se cioè assocerete un fiore ad un significato preciso ricordatevi di specificarlo nel bigliettino di accompagnamento: il messaggio sarà così chiaro e recepibile. Non meno importante è donare a una donna un numero di fiori pari agli anni da festeggiare, indipendentemente dal tipo di fiore scelto. Un mazzo di fiori per il compleanno si può donare a tutte le donne care e anche ad una collega o al capo, o ancora ad una donna i cui gusti sono sconosciuti. In questo ultimo caso i fiori sono il dono perfetto per fare bella figura senza rischiare di sbagliare regalo. Acquistare fiori è possibile non sono presso i fioristi ma anche nei supermercati e online, qui in particolare è possibile comprare e richiedere la consegna anche all’ultimo minuto.

Differenziazione nei motori di ricerca: SED cos’è e caratteristiche

L’evoluzione delle serp dei motori di ricerca, ha messo in competizione ancor più risorse contemporaneamente. Le serp da dispositivi mobile di Google ad esempio, sono cambiate nella struttura e nell’usabilità, cosa che se da un lato agevola l’utente ad avere a disposizione in un nano secondo molti più annunci, anche diversificati per tipo di esperienza, dall’altro ha fatto mutare la percentuale di CRT di quelli che erano i canonici primi 10 risultati della serp.

Sembra d’obbligo quasi dunque, per le attività, passare dal modello classico di SEO alla SED, ovvero alla differenziazione nei motori di ricerca.

Cos’è la differenziazione sui motori di ricerca?

Con il termine differenziazione nei motori di ricerca (in lingua inglese Search Engine differentiation, in acronimo SED) si intendono tutte quelle attività volte a migliorare la riconoscibilità di un documento presente in un sito web da parte degli utenti dei motori di ricerca, e dal motore di ricerca stesso in primis Google. Il processo di ottimizzazione SED, punta a favorire l’aumento del traffico di ritorno e diretto, a favorire l’associazione di un’entità ad una query di categoria da parte del motore di ricerca, e a migliorare, con l’indicazione della navigazione da parte degli utenti, le proprie Search engine results page classificandole per intento.

Differenza SEO e SED

La differenza tra ottimizzazione e differenziazione nei motori di ricerca, sta nell’inserimento in uno dei punti cardine della seo, la keyword research, di due elementi: posizionamento di marca e processo decisionale d’acquisto. Infatti, inserendo nel processo di ottimizzazione il positioning e 4 step del processo decisionale d’acquisto si è assistito, in modo assolutamente naturale, alla modifica di un punto cardine della seo, ovvero la “keyword research” che è diventata Key Research² perché passata dall’essere costituita da 2 o 3 intenti di ricerca a 4.

A differenza della SEO che ha l’obiettivo di aumentare visite organiche da parole chiave, la SED ha l’obiettivo di aumentare visite dirette dai motori di ricerca. Lo fa costruendo e strutturando i contenuti, in modo da intercettare i potenziali utenti con parole chiave a bassa concorrenza diretta e alta concorrenza diretta, ovvero quando non c’è ancora consapevolezza del bisogno, è appena nato o è forte.

Differenza tra SED e SEO BRAND

A differenza della SEO BRAND che è un ramo della SEO, che punta ad aumentare visite da parole chiave da un tema principale e uno secondario che hanno la stessa pertinenza semantica al fine di migliorare immagine e prestigio del brand con la brand awareness. la SED è una categoria ben distinta dalla SEO, che ha l’obiettivo di aumentare visite dirette dai motori di ricerca, da un tema principale e uno o più temi secondari che non sono per forza semanticamente correlati tra loro, e studiati a partire dall’elemento differenziante (brand positioning).

Chi fa la differenziazione nei motori di ricerca?

Il professionista che si occupa di differenziare un sito web per i motori di ricerca, è il SED specialist. Il SED specialist, o consulente SED, oltre ad avere competenze specifiche in ambito seo, ha anche competenze nello studio del brand positioning. I professionisti nell’attuale categorizzazione delle professioni del web marketing, che potrebbero diventare facilmente consulenti SED, sono i consulenti SEM e i SEO specialist.

SED: search engine differentiation, la Seo differenziante

L’azione iniziale della seo classica è verso il software, ed è un insieme di operazioni atte a modificare la percezione che un software ha di un documento web. L’azione iniziale della seo differenziante è verso il mercato ed è un’insieme di operazioni atte a modificare la percezione che un pubblico in target ha di un documento web agevolando anche al software il processo di associazione di un brand ad una categoria.

Leggi tutto “SED: search engine differentiation, la Seo differenziante”

Gianluca Massini Rosati: biografica, curriculum, tour e Soluzione Tasse

Gianluca Massini Rosati curriculum da imprenditore

Ognuno di noi ha una storia lavorativa, esperienze di vita che ci hanno permesso di raggiungere la posizione che si occupa e che completano la nostra personalità. Quello di Gianluca Massini Rosati è il curriculum di un imprenditore, che negli anni ha saputo mantener fede alla sua idea fino a diventare un esperto nel settore Fintech e nel creare sistemi e strategie che contribuiscono a migliorare le prestazioni economiche di una società.

Gianluca Massini Rosati nasce nel 1981 a Orvieto, figlio di un artigiano. Dopo il liceo decide di intraprendere la sua strada e viaggiando per l’Italia pone come suo obiettivo quello di diventare un imprenditore; accumula esperienze in diversi settori imprenditoriali, grazie alle quali riesce a ideare una nuova visione moderna e innovativa di impresa che possa essere applicata a ogni attività. Una volta ritornato ad Orvieto, rinnova completamente l’azienda di famiglia investendo su diverse idee. I suoi progetti si basano sulla combinazione dei nuovi strumenti Fintech, ma anche sul dare impulso a forma alternative di business e sulle energie rinnovabili.

Oggi Gianluca Massini Rosati è un imprenditore che gestisce 15 aziende in 5 paesi con circa 200 collaboratori, oltre ad offrire i suoi servizi di consulenza a quasi 15.000 imprese, ed avere pubblicato diversi libri in cui descrive la sua idea e le strategie su come pagare meno tasse.

L’esperienza di Gianluca Massini Rosati in Senato

Il 13 giugno 2017 è stato un evento importante per le idee imprenditoriali di Gianluca Massini Rosati, dato che ha partecipato a una conferenza, presso la sala Nassyria del nostro Senato. Il tema dell’incontro era “La rinuncia dei redditi, come resistere alla pressione fiscale”, una tematica che ha suscitato per certi aspetti molte perplessità tra gli imprenditori e i dottori commercialisti.

Lo stesso intervento di Massini Rosati è stato un evento da ricordare. L’idea che in un luogo come il Senato si potesse parlare in maniera legale di come risparmiare a pagare le tasse allo Stato è qualcosa che potrebbe avere delle strane sfaccettature. Ma per Gianluca Massimo Rosati l’esperienza al Senato ha segnato una tappa fondamentale per il suo pensiero e per lo sviluppo delle sue imprese. Era stato già intervistato dal programma Le Iene, interessati a valutare i suoi consigli. Nel suo intervento ovviamente la tematica è stata la pressione fiscale che è una delle cause principali di difficoltà da parte di un’azienda e degli imprenditori. Gianluca Massimo Rosati ha descritto la sua esperienza e di come sia riuscito a liberarsi dalle catene delle tasse in maniera legale.

SoluzioneTasse di Gianluca Massini Rosati

Ottenere delle consulenze su come risparmiare sulle tasse, che ogni anno soffocano le imprese, era l’idea di base che ha fatto conoscere Gianluca Massini Rosati agli imprenditori. Ma l’aiuto che questo imprenditore voleva dare ad altri soggetti come lui, amministratori di piccole e medie imprese, non si deve fermare solo a una consulenza o a dei consigli. Soluzionetasse.com è il passo successivo, sito internet della prima società di pianificazione fiscale ideata da Gianluca Massini Rosati, la quale convoglia sotto di sé 28 commercialisti, 6 avvocati e un ex capitano della guardia di finanza. Un team di esperti che si è riunito per la prima volta nella nuova sede a Milano, negli ex uffici di Equitalia. Soluzione Tasse è una realtà che negli ultimi tre hanno ha dato un nuovo impulso al concetto di contabilità, collaborando con numerosi imprenditori al fine di poter riorganizzare in modo preciso la documentazione fiscale e in maniera del tutto legale utilizzare strategie per risparmiare sulle tasse con un effetto positivo sui futuri investimenti aziendali. I numeri sono davvero importanti, basta considerare che negli ultimi 3 anni, Soluzione Tasse ha raggiunto ben 7 milioni di fatturato, aiutando oltre 30.000 imprenditori e professionisti a sviluppare quella che Gianluca Massini Rosati definisce l’intelligenza fiscale.

Il tour di Gianluca Massini Rosati

L’economia italiana continua a essere in stallo, con un carico di tasse sugli imprenditori e poche prospettive di sviluppo per il prossimo futuro. Anche il Decreto Crescita, con le differenti agevolazioni fiscali non è una realtà che potrà ridurre la pressione delle tasse su un imprenditore in modo immediato. Trovare altre soluzioni è necessario: conoscere le idee e le strategie previste da Soluzioni Tasse e dal suo fondatore Gianluca Massini Rosati è un’alternativa, oggi molto reale grazie a un tour organizzato al fine di entrare in contatto con gli imprenditori e i professionisti in ben sette città.

Il tour è iniziato il 10 ottobre a Milano e prevedrà un successivo incontro l’11 Ottobre a Torino, il 14 a Roma, il 15 a Bari, il 16 a Palermo, il 17 a Firenze e si concluderà con il 18 Ottobre a Pesaro.

Agli incontri sarà presente Gianluca Massini Rosati e il gruppo di commercialisti che sono parte integrante dell’innovazione di Soluzionetasse.com. Le tematiche che verranno trattare riguardano le migliori strategie di risparmio fiscale, le tipologie di forme societarie più vantaggiose e la pianificazione fiscale. Inoltre verranno descritti alcuni esempi reali con testimonianze di imprenditori che hanno adottato le strategie proposte da Soluzioni Tasse. Infine sarà presentata anche una nuova strategia innovativa su come ridurre il costo dell’IMU del 50%.

La pagina Facebook

Per chi vuole conoscere in maniera approfondita il pensiero di Gianluca Massini Rosati, sarà possibile utilizzare anche i social network come Instagram, LinkedIn e Facebook. Per chi vuole contattarlo ed effettuare delle domande sarà possibile consultare la sua pagina pubblica presso il link https://www.facebook.com/GianlucaMassiniRosatiPublic/, oppure quello di Soluzioni Tasse presso la pagina

https://www.facebook.com/soluzionetasse/.

La bibliografia di Gianluca Massini Rosati

Credere nelle proprie idee è alla base del proprio successo, riportarle in un testo vuol dire conoscere una materia in modo approfondita e riuscire quindi a trasferirla al lettore. Gianluca Massini Rosati grazie alla sua esperienza imprenditoriale ha vissuto in prima persona le difficoltà che può avere un’azienda nel mondo moderno e di come le tasse sono un vero e proprio pericolo per la crescita di un’impresa. Il libro “Pagare meno tasse si può”, edito da Rizzoli è ormai un best seller con più di 15.000 copie vendute. In esso vengono esposti tutti i consigli base al fine di poter alleggerire il carico fiscale.

Il pensiero di Gianluca Massini Rosati sui commercialisti

L’innovazione e la modernità nell’ambito fiscale con l’introduzione della fatturazione elettronica e dei software gestionali sta direttamente influenzando e cambiando il ruolo tradizione del commercialista. Soluzione Tasse e il suo fondatore Gianluca Massini hanno posto molta attenzione a questo aspetto, considerando quello che sia il nuovo ruolo che questi professionisti devono avere all’interno di un’impresa. Anche se i suoi interventi e il suo pensiero a volte è stato criticato dagli esponenti di questa categoria, non si deve dimenticare che alla base del team che rende Soluzione Tasse una realtà alternativa e funzionale, vi è proprio un gruppo di commercialisti. Gianluca Massini è dalla parte dei commercialisti. Infatti, lui stesso più di una volta ha ribadito che la professione di commercialista rimane fondamentale per un’impresa, ma si deve adattare alla nuova realtà. Su questa strada si pongono le soluzioni proposte da lui e da Soluzione Tasse: portare i commercialisti alla loro evoluzione in un’era di prodotti Fintech.

Cosa acquisti quando compri Foltina Plus?

Molte persone prima di acquistare il prodotto si domandano se foltina plus funziona davvero, e cercano nel web recensioni vere o recensioni negative per farsi un’idea se questa lozione anticaduta dei capelli funzioni realmente basandosi sui giudizi di sconosciuti.  Invece di affidarsi a commenti, recensioni, opinioni di persone sconosciute che magari provano a denigrare il prodotto perchè competitors di HTF Group o a vantare i tanti effetti benefici di Foltina Plus perchè rivenditori del prodotto; è bene usare la logica per capire se questo prodotto per la ricrescita dei capelli funziona. 

Ho preparato di seguito una lista di domande e risposte utili ad aiutare chiunque a capire se funzioni Foltina Plus, relativamente al proprio caso personale. E valutare se acquistare o meno dopo essersi consultati col medico curante o comunque aver ottenuto esaurienti opinioni mediche sul prodotto da un dermatologo tricologo.

D- Quando compri Foltina Plus cosa acquisti?
R- Un prodotto cosmetico sotto forma di lozione per capelli ad uso esterno

D- Cos’è una lozione?
R- Si definisce lozione una Preparazione farmaceutica liquida (di solito una soluzione idroalcolica, profumata o contenente estratti vari) usata nella cosmesi della pelle e dei capelli.

D- Cos’è un prodotto cosmetico?

R- Secondo il Regolamento sui cosmetici nell’Unione Europea i prodotti cosmetici sono “qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano, in questo caso utili al sistema pilifero e capelli.

D- Qual è la normativa di riferimento in Europa sui cosmetici per capelli?
R- Regolamento (CE) n. 1223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 novembre 2009 , sui prodotti cosmetici (Testo rilevante ai fini del SEE)

D- Cosa dicono le direttive di legge?
R- Leggi qui il regolamento europeo che legifera sui prodotti cosmetici tra cui le lozioni per caopelli.

D- Cosa ti suggeriamo in questa inserzione?
R 1) prima di comprare Foltina Plus accertati di avere realmente bisogno del prodotto
R 2) prima di acquistare Foltina Plus prendi la lista degli ingredienti e chiedi al tuo medico curante se possano fare al caso tuo e se non comportino controindicazioni
R 3) i risultati variano da persona a persona
R 4) Non si garantisce nulla

In sintesi, bisogna essere consapevoli che si sta acquistando:

  1. una lozione per capelli cosmetica
  2. utile a stimolare ove possibile e senza garanzia di risultati la microcircolazione del cuoio capelluto e rinforzare la struttura del capello.
  3. deve essere utilizzata nei casi in cui sia accertata dopo visita specialistica tricologica, che gli ingredienti possano avere una reale efficacia per il caso specifico
  4. non è una sostanze curativa

Essendo consapevoli di ciò, è facile capire se Foltina Plus possa funzionare per il caso specifico. E’ scientificamente risaputo che gli ingredienti principali, per le loro caratteristiche possano agevolare un miglioramento nella struttura del capello non misurabile, non garantibile, in assenza di fattori in cui è altamente improbabile la ricrescita dei capelli e diverso da caso a caso, nel rinfoltimento e/o rafforzamento dei capelli. Ciò non significa però che per chi la vuole comprare per arrestare la caduta dei capelli o semplicemente rinforzarli, Foltina Plus funzioni al 100%. Questo perchè il tuo organismo potrebbe non avere una risposta positiva all’utilizzo del prodotto, in quanto non mancante di sostanze nutritive, non utilizzato con regolarità. Si può dire dunque che Foltina Plus funziona, ma non per tutti, e non allo stesso modo.

Disprassia nei bambini

Se il tuo bambino spesso cade,  Se ha problemi nel mantenere l’equilibrio o non riesce ad attivare e completare semplici azioni come ad esempio quello di vestirsi da solo o portare il cucchiaio alla bocca,  sappi che potrebbe essere affetto da disprassia.

La disprassia è un disturbo della coordinazione motoria che si caratterizza con una difficoltà accentuata nel completare movimenti di tipo intenzionale.  un individuo affetto da displasia assume di conseguenza un aspetto goffo nei propri movimenti Perché spesso in difficoltà nell’eseguire istruzioni e nel percepire gli spazi.

 quando sono i bambini a soffrire di disprassia, spesso si evidenziano anche problemi di linguaggio.

 secondo un recente studio questa patologia oggi colpirebbe almeno il 6% dei bambini in prevalenza maschietti.  Per fortuna La maggior parte di questi bambini affetti da displasia, soffrono di lievi disturbi.

È facile confondere un bambino affetto da displasia da uno semplicemente maldestro visto che i sintomi e le difficoltà motorie sono simili.  e consulto medico per arrivare a conclusioni che possano fornire un quadro dettagliato della eventuale presenza della patologia o meno,  senza fasciarsi la testa inutilmente.

La disprassia nei bambini quando è nella sua forma lieve può essere curata anche se non è considerata una malattia attenuando il ritardo nella capacità di compiere determinate azioni del bambino,  rispetto Ad individui della stessa età.

 per venire fuori da questo problema potrebbe essere utile far fare al bambino divertenti esercizi.  cercare di mettere freno alla disprassia con esercizi divertenti e probabilmente la strada migliore da far intraprendere a un bambino che già si sente inferiore ai propri coetanei,  evitando gli estenuanti sedute in studi medici,  magari sostituendo queste ultime con un’attività sportiva in età prescolare (da 2 a 7 anni).

Il problema in Italia, è che un’attività sportiva prescolare vera e propria Non può essere svolta,  e di da nazionale ed altri minori,  non hanno nel proprio programma una parte dedicata allo sviluppo motorio di bambini inferiori all’età di 5 anni.

Attraverso semplici esercizi fatti in casa,  valu disprassico può  superare le proprie difficoltà insieme ai genitori. Attraverso il disegno ad esempio,  i bambini possono sviluppre e ridurre ritardi nella capacità oculo manuale, mettendo insieme i classici mattoncini colorati invece, intelletto e agilità manuale possono avere ottimi vanataggi.

Camper puri: la storia

Prima di parlare della sua storia e delle sue caratteristiche, è bene avere le idee chiare e capire di cosa si tratta quando parliamo di un camper puro.

I camper puri,  sono una categoria di veicoli che in genere vengono anche identificati come minivan o anche soltanto van, e altro non è che un furgone adibito a camper. Più pratico e semplice da guidare, il minivan offre comunque tutte, o quasi, le comodità di un camper normale, solo adattate ad uno spazio più ristretto, ovvero quello che vi può offrire un furgone da lavoro. Generalmente si pensa che sia un mezzo indicato per lo più per persone giovani, cosa assolutamente non vera, è adatto a tutte le età visto che le nuove tecnologie ci permettono comunque di avere ogni tipo di confort anche negli spazi più stretti, tutto sta nella nostra capacità di adattamento. Generalmente il van va dai 4 ai 6 metri di lunghezza e al massimo 2 di larghezza, anche l’altezza non è elevata, oscilla tra i 2 e i 2,6 metri; i prezzi sono molto variabili, l’usato può partire dai 2000/3000 euro se non si hanno pretese e non manca la voglia di lavorarci sopra, se le nostre esigenze sono più elevate e vogliamo tutti i confort, la cifra può partire da 40000 euro.

Di origine Europea, il van si diffuse a macchia d’olio in primis in America, conquistando poi tutto il Mondo; ma cosa ci viene in mente se pensiamo al minivan? Sebbene vennero prodotti tanti modelli, automaticamente ci torna a mente il primo, il minibus per eccellenza, il “bulli” della Volkswagen, quello che tutti associamo agli hippy ed ai figli dei fiori. L’ideatore fu l’olandese Ben Pon che nel 1947 ebbe “l’illuminazione” in una fabbrica vedendo un carrello semovente ricavato da un maggiolino. Il van della Volkswagen venne comunque introdotto in commercio dal 1949 ed ebbe subito un enorme successo in America! L’Italia, un po’ dubbiosa, si feceve avanti dopo qualche anno, più precisamente nel 1957, mettendo sul mercato inglese il “Thames Van” tramite la Ford, ma nonostante i tentativi di aprire un mercato in inghilterra, ben presto capirono che era una richiesta che andava per la maggiore dall’altra parte dell’Atlantico. Il van diventa uno stile di vita, soprattutto tra i giovani, che si divertirono nel personalizzare interni ed esterni nelle maniere più bizzarre ed originali. Verso la fine degli anni ’60 cominciarono a nascere i primi raduni, sempre in America, prima frequentati da una nicchia ristretta di persone, poi divenuti attrattiva per molti curiosi ed appassionati.

Oggi il camper puro è tra i più richiesti sul commercio sia per la sua praticità che per la sua versatilità. Essendo molto più piccolo di un comune camper è più facile da guidare e quindi per i più avventurosi è molto utile per raggiungere posti dove col camper tradizionale sarebbe difficile arrivare. Per molti, anche ai giorni d’oggi, resta uno stile di vita da seguire, per chi non ama la quotidianità e vuole vivere secondo le proprie regole è un appoggio più che appropriato. Essendo cambiata la tecnologia, oggi i van sono dotati dei più disparati confort e di attrezzature all’avanguardia, rendendo piacevoli anche lunghi viaggi. Come l’origine vuole, pochi sono quelli che hanno i servizi igienici, ovviamente con spazi così ridotti non tutto può essaere incluso, ma con una buona organizzazione e un po’ di spirito d’arrangiamento, non dovrebbe essere un gran problema dato che oggi possiamo trovare tante aree attrezzate per sostare con ogni tipo di camper. Un’altro vantaggio è che non ha bisogno di patenti speciali per essere guidato dato che ha le prestazioni in strada di una monovolume.

Social Media Marketing definizione

Il Social Media Marketing spesso rappresentato dalla sigla SMM, è l’attività operativa e di analisi che viene svolta in un piano di marketing da specialisti denominati social media manager.

Il Social Media Marketing è dunque uno dei tanti rami operativi che fanno parte del digital marketing, applicato ai social network come canali nei quali veicolare un messaggio dall’azienda ad un target di utenti.

Il Social Media Marketing è definito così dunque perchè è un’attività di marketing (e dunque promozionale), svolta attraverso i social network diversi, che sono canali online. Attraverso il social media marketing, le aziende possono fare campagne pubblicitarie co diversi scopi e avere vantaggi come:

  • Miglioramento nell’autorevolezza del marchio
  • Raggiungere più facilmente utenti in target profilati
  • Spendere meno budget identificando bene il target
  • Rintracciare gli utnti che hanno un bisogno latente e non espresso
  • Affiancare altre strategie come seo e pay per clic per ribadire il messaggio
  • Aumentare il numero di visite al sito
  • Aumentare il ROI di una promozione
  • Interagire con il proprio pubblico velocemente
  • Avere un servizio clienti online gratis.

Il Social Media Marketing è un utilissimo sistema di pubblicità che serve alle aziende per aumentare la notorietà del brand, generare traffico utile e profilato, gestire i rapporti con la clientela, vendere i propri prodotti in modo diretto o indiretto. Una Social Media Marketing strategy, non viene svolta soltanto sulle piattaforme social più conosciute, ma anche in tutte quelle community virtuali e aggregatori 2.0 che sono presenti in rete ed hanno un bacino di utenza valido e/o in linea con gli argomenti trattati.

Mobili Cinesi, tradizione millenaria

La bellezza e il fascino dei mobili cinesi antichi, quando si tratta di arredare una casa, è un elemento di indubbio interesse per gli appassionati di complementi e elementi di arredamento antico.

Quello che racconta attraverso i secoli di storia un mobile cinese antico è racchiuso nelle sue cellule, nell’anima dei suoi colori, e lascia un messaggio indelebile nelle epoche che ha attraversato.

Gli armadi laccati rossi, ad esempio, nella tradizione cinese, erano elementi donati dalla famiglia della promessa sposa come corredo di nozze. La loro superficie era illustrata con le chiusure a cerchio, che rappresentano l’unione e la forma complementare dei due sposi nell’idea di famiglia. Le pitture in oro che impreziosiscono le lacche rosse degli armadi antichi sono una nota che contraddistingue l’arredo orientale antico. Un ripiano coperto nascosto in basso invece è un altro elemento distintivo dei mobili antichi di lavorazione cinese.

Scegliere per l’arredamento della propria casa un mobile etnico antico significa ripianificare e ridisegnare completamente il look della nostra abitazione.

I mobili cinesi antichi richiamano l’epoca della dinastia Ming, dalla seconda metà del trecento del millennio scorso e la prima metà del 1600, e un altro periodo della dinastia Ching che spazia tra il 1650 e il 1950. Questi due periodi storici sono l’apice dell’arte antica cinese, che hanno visto tra gli altri lo sviluppo della lavorazione della porcellana antica cinese.

I mobili cinesi antichi sono stati costruiti utilizzando principalmente legno di olmo, un’essenza dall’anima semplice e lineare, proprio del periodo Ming, mentre i mobili del periodo Ching hanno finiture più sofisticate, decorazioni più appariscenti e vistose. Il legno si distingue in due tipi particolari, definiti in base alla loro durezza. Il più duro è lo Yingmu, mentre con una composizione mista è chiamato Zamu.

I Mobili in legno Yingmu sono formati da un legno che ha una struttura compatta, con venature di qualità elevata. I Mobili invece realizzati in Zamu, sono più pregiati esteticamente e di valore sensibilmente più alto. Ovviamente più il mobile è antico, maggiore sarà il suo valore effettivo.

Mobili cinesi antichi da farmacia

La caratteristica che rende unici i mobili cinesi antichi da farmacia è l’elevato numero di cassetti di cui sono formati, all’interno ulteriormente suddivisi in vari scomparti che contenevano gli antichi rimedi degli speziali cinesi di un tempo. In alcuni casi il nome del rimedio risulta ancora scritto sulla parte frontale.
Si tratta sicuramente di mobili antichi poco pratici, ma sicuramente evocativi di respiro storico e grande fascino.