Significato del numero 71 nella smorfia napoletana

Nella smorfia napoletana il numero 71 (in dialetto l’ommo e merda) rappresenta l’uomo senza valore, il cui comportamento deplorevole e miserevole ha minato la stima che nutrivamo per lui e per il suo operato. L’uomo in questione è una persona da cui dobbiamo stare alla larga, dato che la sua cattiveria e la sua disonestà possono essere contagiose. Il suo egoismo è palpabile in qualsiasi cosa che lui faccia e se potesse ucciderebbe i suoi stessi cari pur di ricavarne un vantaggio.

Nella smorfia antica il 71 corrispondeva infatti al cosiddetto “merdajuolo” che era colui che per mestiere raccoglieva le feci degli animali, in particolari dei cavalli che sostavano davanti a teatri, per poterle riutilizzare come concime per i suoi raccolti. I frutti della sua attività venivano puntualmente venduti agli aristocratici, ignari delle modalità usate dall’uomo. Da qui il “merdajouolo” ha avuto sempre di più un’accezione negativa, fino a significare un uomo disonesto e cattivo capace di ingannare anche sé stesso se fosse stato necessario.

Come per tutti i numeri della smorfia napoletana, il significato può variare a seconda dei vari numeri che lo seguono o lo precedono. Per cui tale uomo può essere il motivo di una profonda paura (90) o legato ad una situazione di disagio esistenziale che ci spinge a lamentarci per i nostri guai (60). In ogni caso il 71 ha un significato negativo perché rappresenta un uomo verso cui non bisogna nutrire nessuna stima e nessun tipo di aspettativa, anzi al contrario occorre stare molto attenti al suo operato, colmo di sotto trame oscure e di strategie create con il solo scopo di infliggere paura e tormenti. In particolare nella smorfia napoletana il 71 è uno di quei pochi numeri che condensa in sé una serie accezioni negative e pessimistiche sulla fiducia verso il genere umano.