Ricircolo d’Aria nella Coltivazione Indoor: caratteristiche e importanza

Quanto è importante l’areazione nella coltivazione in grow box?

Innanzi tutto è fondamentale per evitare la troppa umidità e l’aumento della temperatura nell’area che usiamo per la coltivazione.

Sia in serra che all’interno delle grow room il ricircolo d’aria è un fattore molto importante. Quindi le operazioni di estrazione d’aria dall’interno dell’area è cruciale, in modo che l’aria interna venga riciclata ogni sei minuti.

Se parliamo di un sistema di estrazione d’aria completo dobbiamo considerare i seguenti elementi:

  1. L’estrattore d’aria. Il ruolo dell’estrattore è quello di far fuoriuscire in maniera adeguata l’aria consumata all’interno della grow room verso l’esterno, permettendo un adeguato ricircolo.
  2. La condotta flessibile per l’aspirazione dell’aria
  3. La ventola d’immissione. La ventola favorisce l’inserimento nella grow box dell’aria proveniente dall’esterno, in modo di avere sempre un ricambio di aria fresca e pulita.
  4. Ventilatore supplementare eventuale. In caso di necessità, una ventola aggiuntiva favorisce il ricambio d’aria, ad esempio se le piante all’interno della grow room sono molte e quindi producono una quantità di anidride carbonica maggiore.
  5. Filtro a carboni attivi. E’ un elemento opzionale, che ritorna molto utile ad esempio se la grow room si trova all’interno di ambienti domestici o comunque frequentati. Serve a filtrare l’aria che esce dalla grow room rendendola neutra rispetto ai cattivi odori che potrebbe rilasciare.

L’aspiratore d’aria viene scelto in base alla portata di ricircolo che possiede. Per calcolare la portata di un estrattore d’aria bisogna moltiplicare il volume dell’area(grow box o grow room) per 75.

Una volta che abbiamo stabilito la portata dell’estrattore d’aria possiamo scegliere un modello adatto alle nostre necessità. In questa fase si andranno anche a scegliere le condotte adeguate e i riduttori giusti per rispettare il diametro dell’estrattore scelto.

Si usano per unire queste parti, delle fasce di giunzione oppure dello scotch o nastro altamente resistente.

Le operazioni di ventilazione possono essere rese automatiche attraverso delle centraline di controllo, che regolano la forza dell’estrattore a seconda dell’umidità presente al momento e alla temperatura dell’ambiente.

Nella fase di crescita delle piante in ambiente delimitato, come le grow room, c’è il pericolo che le piante vadano ad assorbire una quantità elevata di anidride carbonica, che di conseguenza causeranno il rallentamento del percorso di crescita delle stesse.

Il ruolo dell’estrattore d’aria è proprio questo: inserire l’aria fresca all’interno della grow box. Un problema collaterale all’uso dell’estrattore è l’introduzione eccessiva di aria all’interno della grow room, che comporta quindi un abbassamento repentino della temperatura. Per bilanciare il tutto, in questo caso, si può erogare dell’anidride carbonica all’interno attraverso l’uso di bombole contenenti CO2.

Per approfondire ulteriormente gli elementi e le tecniche fondamentali per una coltivazione indoor ricca di soddisfazioni, è possibile seguire il blog di idroponico.

GERMINAZIONE DEI SEMI DI CANNABIS: TECNICHE E CONSIGLI UTILI

I coltivatori e aspiranti tali sono sempre alla ricerca di nuove e migliori tecniche  per far germinare i semi cannabis. In genere tutta la procedura della coltivazione dei semi di cannabis richiede un lungo e accurato processo:  ogni singolo step deve essere eseguito con cura maniacale e senza lasciare nulla al caso. Ma la fioritura di questa pianta ripagherà ogni sforzo fatto, sotto ogni punto di vista.

Prima di iniziare la guida vera e propria è bene ricordare che ci sono due diverse tecniche di coltivazione della canapa: la coltivazione indoor e la coltivazione outdoor. Oltre questi due modi di coltivazione diciamo tradizionale, si stanno facendo spazio anche nuove tecniche di germinazione semi di canapa.

COLTIVAZIONE INDOOR E OUTDOOR PER SEMI DI CANNABIS

La coltivazione indoor, come suggerisce il nome, consente di piantare i nostri semi in spazi chiusi come una stanza, una serra o una grow box. In questo ambiente avverrà ogni fase dalla coltivazione, dalla germinazione alla fioritura.

Nella coltivazione outdoor invece, l’intero processo si effettuerà in campi di terra preparati ad accogliere i semi o i germogli di canapa.

COME FUNZIONA LA GERMINAZIONE

La germinazione o germogliazione del seme di canapa è un processo molto importante: dobbiamo ovviamente dare al seme di marijuana tutto ciò di cui ha bisogno per sbocciare e diventare un bel germoglio.

Ma di preciso, di cosa ha bisogno un seme di canapa? Quanto tempo serve  per la germinazione semi canapa? E qual è il miglior approccio per fare crescere senza problemi questi semi minuscoli e fragili?

Calore, umidità e assenza di luce: queste sono le 3 parole chiave quando ci si chiede cosa serve al alla nostra pianta di marijuana per germogliare.

Di seguito descriveremo alcune delle migliori tecniche per far germogliare i semi di canapa.

Metodo con carta assorbente: Il metodo per la germinazione di semi di canapa tramite carta assorbente permette di far germogliare la sementa utilizzando della comune carta da cucina.

•             Il procedimento è piuttosto facile:

bagna due fogli di carta assorbente con acqua tiepida e avvolgi il seme all’interno;

•             fai attenzione che il seme sia sempre umido ma mai bagnato (un seme bagnato non avrà bisogno di germogliare per ricercare l’ acqua)

•             dopo qualche giorno molto probabilmente il seme sarà germogliato;

•             travasa il seme ma fai molta attenzione durante questo passaggio perché il germoglio è fragile.

Metodo con cubetti di lana di roccia o cubetti root riot: Questo metodo è molto usato grazie alla sua facilità di svolgimento.

•             Prendi dei cubi di lana di roccia o cubetti root riot;

•             inserisci al loro interno la sementa di canapa e immergili in un contenitore o in una vasca d’acqua arricchita con dello stimolatore per radici;

•             riponi in un vassoio i cubi di lana di roccia e coprili con un coperchio, poi chiudili in un posto con la temperatura compresa tra i 20 e 25 gradi.

•             aspetta almeno 2/3 giorni e poi vedrai la canapa germogliare

Metodo a terra o in plateau da semina: Questo è il metodo più tradizionale per seminare e far germogliare la canapa. E’ importante usare terra morbida e di alta qualità per favorire la germogliazione. Prima di iniziare a piantare, metti i semi a mollo in acqua tiepida con dello stimolatore di radici per qualche minuto.

•             Dopodichè pianta il seme a una profondità di 1 cm;

•             Ricopri il buco senza compattare troppo il terreno;

•             Annaffia il terreno quando noti che si sta  seccando.

•             Nel giro di 3/10 giorni i semi inizieranno a germogliare.

Nel caso si utilizzino dei plateau vuoti o dei plateau con il germoglio già pronto fai molta attenzione durante il travaso: i germogli sono molto delicati e capita anche  ai coltivatori più esperti di danneggiarli se maneggiati frettolosamente o in maniera maldestra.

IMPORTANTE: I semi non vanno mai tenuti per molto tempo in ammollo nell’acqua perché è molto alto il pericolo che marciscano. Inoltre la luce e il calore hanno enorme importanza per la buona riuscita della coltivazione, la cannabis ha bisogno di una temperatura che si aggira tra i 20° e i 25° gradi e deve avere la giusta dose di luminosità e oscurità, attestabile intorno a 12 ore per la luce e 12 ore di buio.

TALEE DI CANAPA: CLONIAMO LE NOSTRE PIANTE MIGLIORI

Possiamo ottenere una copia perfetta di una nostra pianta cresciuta bene semplicemente tagliando una porzione di ramo (detta talea) da una pianta madre di canapa. La talea quindi verrà stimolata a sviluppare un proprio apparato radicale da cui inizierà il processo di crescita che la porterà a diventare una pianta identica o quasi alla pianta madre.

La clonazione rimane il modo più semplice, veloce ed economico per ottenere nuove piante di Marijuana.

Con la clonazione delle talee di canapa avremo delle piante con la stessa genetica della pianta madre. Questo dimostra che tutti quegli esemplari che si svilupperanno da essa avranno la stessa qualità e caratteristiche identiche alla pianta genitrice.

Le talee prese da una pianta femmina avranno quindi nel loro dna il solo cromosoma femmina. Nel caso avete piante di una varietà di cannabis di alta qualità con componenti che ne migliorano il gusto, i sapori o che ne accentuano la potenza e la produttività avrete fatto bingo, perché grazie alla clonazione avrete la possibilità di ottenere gratuitamente molte copie di questa pianta.

Placche interruttori: I vantaggi di scegliere placchette Gewiss e Ave

Le placche per interruttori, o come vengono comunemente chiamate placchette, non sono altro che degli elementi decorativi a forma di cornice, che seguono il profilo dell’interruttore, coprendone i fili elettrici. Queste placche in passato erano realizzate semplicemente in plastica o pochi altri materiali, ma nel corso del tempo sono passate dall’essere semplici dettagli di componenti elettrici a elementi di stile.

Continua a leggere Placche interruttori: I vantaggi di scegliere placchette Gewiss e Ave

Cuscini decorativi Shabby chic

Shabby chic uno stile d’arredo di tendenza che sta letteralmente impazzando in tutto il mondo. Ogni angolo della nostra casa può essere rimodernato stile Shabby compreso il divano.

Lo stile shabby è uno look dall’eleganza trasandata che profuma di vintage, un bell’impegno dunque riuscire a riadattare tutta la casa a questo stile, utile dunque farlo a una camera alla volta o ancora meglio a un complemento d’arredo per volta.
Possiamo dunque iniziare a restaurare il look della nostra casa, acquistando dei cuscini decorativi shabby per divani che utilizzati con parsimonia insieme ad altri elementi (che vedremo tra poco) ci permetteranno di vedere il nostro vecchio divano rinascere in un nuovo stile di tendenza.

Per fare ciò non ci sarà bisogno di spendere una fortuna economica, ma basterà acquistare cuscini (molto indicati quelli fatti a mano), e utilizzare un copri divano.

Due cose fondamentali da tener presente quando si scelgono i cuscini ornamentali atti a trasformare il nostro vecchio divano in uno di tendenza, sono i tessuti e i colori.

Lo stile Shabby Chic predilige colori chiari, il beige, il bianco e il grigio chiaro. Per quanto riguarda i tessuti è molto apprezzato l’utilizzo di cotone e lino, due tessuti che riescono grazie alla loro leggerezza a ricreare un atmosfera romantica e sognatrice.

Ovviamente i cuscini decorativi per il divano posti ad ornamento, possono essere colorati anche a fantasia, magari abbinando proprio la fantasia di un paio di cuscini ornamentali a quella del copri divano scelto.

Così, un vecchio divano non capace di farci vivere bene la nostra casa e non più capace di offrirci quel piccolo angolo di relax da vivere in famiglia, viene trasformato in un posto romantico d’altri tempi sul quale accoccolarsi tra i cuscini decorativi.

Quali odori elimina Aveho?

Il brutto di cucinare piatti particolarmente sfiziosi e gustosi per il palato è quello di esser costretti a dare una passata di straccio sui pavimenti o far circolare l’aria all’interno degli ambienti, per così dire, intossicati dal forte odore delle pietanze cucinate. Ciò accade quando si cucinano fritture, pesci, verdure bollite. Ma come risolvere questo problema di igiene domestica? È possibile eliminare gli odori in eccesso senza dover ricorrere al lavaggio dei pavimenti o dover far passare troppa corrente d’aria negli ambienti? Certo che sì. La risposta viene da Aveho, prodotto in grado non di ricoprire i cattivi odori con essenza di profumo, ma di eliminarli definitivamente. Dunque, come fare a ripulire un ambiente con il prodotto in questione? Vediamolo qui di seguito.

Continua a leggere Quali odori elimina Aveho?

Per iniziare facciamo un cuscino semplice

Se si vuole iniziare a realizzare cuscini, quello di creare cuscini dal design semplice è la scelta giusta. Un cuscino di base può essere realizzato anche da principianti in una tempistica che può variare dai 30 ai 60 minuti al massimo. Tutto dipenderà dalla dimensione e dalla manegevolezza del cuscino che si vuole realizzare.

Continua a leggere Per iniziare facciamo un cuscino semplice

Biancheria letto tipologie e formati

La biancheria letto è fondamentale per arredare la propria camera, in modo da farla diventare un luogo confortevole ed accogliete. La selezione della biancheria e del corredo letto include varie tipologie di stili e colori, pensati per sposarsi con ogni arredamento.

La migliore biancheria da letto è studiata per offrire il giusto comfort e calore durante la notte, come tutti quei momenti della giornata in cui si ha voglia di stare in assoluto relax.

Continua a leggere Biancheria letto tipologie e formati

Il legno per una rapida ed efficiente costruzione

Le abitazioni in legno sono migliori delle normali case realizzate con mattoni, anche grazie alla velocità con la quale esse possono essere edificate.  Non solo dunque efficienza energetica o rispetto per l’ambiente, ma anche vantaggi in termini di consegna di una nuova costruzione sono offerti da prefabbricati realizzati in legno.

Continua a leggere Il legno per una rapida ed efficiente costruzione